Cassinetta, strada e dintorni (elettorali): Prina va all’attacco di Finiguerra

10

 

CASSINETTA  L’intervista di Ticino Notizie a Francesco Pambieri e Francesco Prina ha decisamente smosso le acque agostane.

Tanto che in questa settimana si è dato fuoco alle polveri (e ai cannoni..) tra l’ex deputato del Pd e già sindaco di Corbetta e l’ex sindaco di Cassinetta che ritenta la corsa, ossia lo stesso Finiguerra, che nel lungo post ripreso in parte da noi ieri pomeriggio.

Post che ha indotto la reazione di Prina, che in un post elenca le ragioni del suo disappunto,

Caro Finiguerra.
Un amministratore pubblico e Tu lo sai, è consapevole che il parere della sovrintendenza è vincolante, diversamente dalle previsioni dei piani territoriali. Non sei Tu, Io o altri politici a vietare un ponte sul Naviglio Grande a sud di Robecco, ma è la sovrintendenza appunto che si è già storicamente espressa. Noi possiamo solo essere comunemente felici per la salvaguardia del paesaggio che sta a cuore a tutti. Non solo a Te.
Quindi Perchè scrivi queste cose per voler dividerci e ti fai paladino di un problema che praticamente non c’è e non ci sarà mai.

A sud di Robecco si puó superare il Naviglio solo con un tunnel sotterraneo Sic.? Ecco perché Città Metropolitana scrive che è preferibile un ponte a nord di Robecco. Ho già litigato più volte anche pubblicamente con la sindaca di Robecco … Perché ti ostini ad usare per i tuoi fini elettorali personali e in modo strumentale una battaglia comune che ci vede dalla stessa parte… Avanti di questo passo, a dividerci in polemiche sterili su chi è il primo della classe, io non ci sto.! Mi chiedo: chi riuscirà a capire le finalità della Politica?”.

Parole che sono la diretta reazione a quanto Finiguerra aveva chiosato nel post di cui sopra:

All’arch. On. Prina diciamo che sarebbe corretto ed opportuno che si limitasse ad esprimere le valutazioni sue e della sua lista soprattutto quando si arroga il diritto di riferire giudizi che non rispecchiano il pensiero degli avversari. Infatti, NOI SIAMO CONTRARI.
Il progetto di Città Metropolitana, prot. N. 54532 del 31.03.2021, inviato al Ministero delle Infrastrutture (che sarebbe nato dalla concertazione con i Comuni e quindi presumiamo avvallato anche dal Sindaco Bona) prevede due possibili soluzioni per il nodo di Robecco. Una a nord dell’abitato e l’altra a sud, con attraversamento del Naviglio Grande tra Cassinetta e Robecco.
Sì, avete capito bene!
La strada potrebbe passare tra il Ponte di Cassinetta ed il Ponte degli Scalini di Robecco, tra Villa Visconti e Villa Gaia.
Noi lo diciamo chiaramente. La lista “Per Cassinetta di Lugagnano-Finiguerra Sindaco” non permetterà mai un obbrobrio del genere.
Obbrobrio che invece ha ricevuto il consenso della lista Bona-Pambieri-Prina. Ma di più. Lo stesso Prina in un’intervista a Ticino Notizie, presente Pambieri, ha dichiarato che la circonvallazione di Robecco va fatta “o di là o di qui”. Quindi per Pambieri va bene anche tra Villa Visconti e Villa Gaia.
Ecco spiegato perché non tutte le liste sono autenticamente “No Tangenziale”. Il nostro programma parla chiaro.
Mancano due mesi alle elezioni di Cassinetta. Non ci si annoierà, a quanto pare.

 

 

Articolo precedente‘++Inghilterra, allo studio il farmaco anti Covid (senza necessità di vaccino)
Articolo successivoTaylor Hernly – “Sidewalk Preacher” (2021) by Trex Roads