Cassinetta: sei ragazzini sorpresi a fare il bagno nel Naviglio Grande, sempre più difficile far rispettare il divieto

163

CASSINETTA DI LUGAGNANO – Ancora ragazzi che fanno il bagno nel Naviglio Grande. La tragedia avvenuta a Bernate Ticino sabato sera non può passare invano. E’ una questione di sicurezza. L’altro giorno i volontari delle Guardie Ambientali si sono imbattuti in sei ragazzini, tutti giovanissimi, che si erano immersi nelle acque all’altezza di Cassinetta di Lugagnano. Li hanno immediatamente ripresi informandoli che c’è un divieto e che va rispettato. Prima di tutto per la loro sicurezza. Sabato sera il 50enne che ha perso la vita a Bernate si era immerso in un punto in cui la corrente non sembrava forte. Basta però un attimo e tutto può cambiare in peggio. Forse un malore lo ha messo in difficoltà. I sei ragazzini ripresi dalle Guardie Ambientali sono usciti immediatamente dall’acqua promettendo che seguiranno le regole e non entreranno più nel Naviglio a fare il bagno. Speriamo che sia così davvero.

G.M.

 

Articolo precedenteCane da caccia investito da un’auto a Castano Primo, interviene la Polizia locale
Articolo successivoI conti tornano: la farmacia comunale di Busto G. gode di buona salute