‘+Cassinetta/2, lemme lemme si avvicina il ritorno di Finiguerra. Come scrivemmo il 26 febbraio scorso..

106

 

CASSINETTA – La biografia di Domenico Finiguerra potrebbe arricchirsi. La voce CLAMOROSA che abbiamo raccolto da diverse fonti (ovviamente non dall’interessato, che in questi casi va rispettato e lasciato da parte, salvo sua diversa volontà) è di quelle che cambiano gli scenari. La riassumiamo: Domenico Finiguerra, leader di Cambiamo Abbiategrasso e principale oppositore del sindaco Cesare Nai e del centrodestra, potrebbe ritentare la corsa a sindaco di Cassinetta, dieci anni dopo aver abbandonato la perla del Naviglio per correre da primo cittadino ad Abbiategrasso.

 

Evidentemente ci avevamo visto giusto, anche perché le nostre fonti (più d’una) eran e sono credibili. Il clamoroso ritorno di Domenico Finiguerra a Cassinetta s’avvicina ogni giorno che passa. Quando? Il governo ha fissato la data delle elezioni comunali tra 15 settembre e 15 ottobre. Si voterà,  pare a tutti, domenica 10 e lunedì 11 ottobre. Anche a Cassinetta.

Ma qual è la ratio e il progetto di un potenziale ancorché clamoroso back to back, a quasi 20 anni (era il 2002) dalla prima elezione di Finiguerra a sindaco?

Di mezzo ci sono ovviamente le elezioni e i cittadini, e due avversari comunque tosti come Francesco Pambieri e Milena Bertani, al momento sarebbero loro i contendenti. Ciò detto noi crediamo che ancorché depotenziato dal fatto che proprio nella lista Pambieri troveranno casa ex sodali di Finiguerra, l’attuale leader di Cambiamo Abbiategrasso possa vincere a mani basse. 

AZIONI E SCENARIO

Due settimane fa, un sabato mattina, a due passi dal bar Banjo ci ha avvicinato un ex assessore del paese, oggi non più attivo in politica, secondo cui “Finiguerra risulta anche a noi in movimento e azione per contattare le persone e costruire una lista”. C’è chi riferisce di messaggi, chi di telefonate. L’unico a trincerarsi dietro il silenzio è ovviamente e giustamente lui, l’interessato, che da politico accorto (5.600 preferenze raccolte coi Verdi alle Europee del 2019) ovviamente, se lavora, lo fa da ‘remoto’ (e dietro le quinte).

Un elemento chiave, come è sempre successo con Finiguerra, è la comunicazione. E guarda caso, sulla sua pagina Facebook da oltre 25mila like (dieci e più volte il totale dei residenti a Cassinetta..) ecco comparire 3 giorni fa un post con tanto di foto inequivocabile.

L’acqua, la terra, il sentimento. Distillato di bellezza e passione. È la Passeggiata dell’Amore. A Cassinetta…

Nei giorni precedenti, invece, il leader di Cambiamo aveva rispolverato alcuni temi ‘topici’ del suo passato barricadero e da leader ecologista: il NO alla strada per Malpensa, la Tav in Val di Susa, la transizione ecologica.

In tutto questo rinnovato movimentismo di un politico arrivato a 50 anni (Finiguerra è classe 1971) ovviamente c’è sicuramente pensiero e strategia. Quale? Noi ne abbozziamo uno. Con l’adesione di Beppe Sala ai Verdi Europei, a ottobre ci potrebbe essere un sindaco metropolitano ecologista e un ecologista primo cittadino di uno dei paesi più piccoli e belli della Città Metropolitana di Milano. E poi ci saranno le Politiche del 2023 e le Europee del 2024…

Ma chi saranno i compagni d’avventura e di lista, nella sempre più probabile corsa di Cassinetta? Finiguerra ha sempre mostrato la capacità di rigenerare le sue formazioni ed aggregazioni. Potrebbe anche portarsi qualcuno direttamente da Cambiamo Abbiategrasso…

E ABBIATEGRASSO?

Ma che effetti avrà la sempre più probabile corsa di Finiguerra sulle elezioni comunali del 2022 ad Abbiategrasso? Il principale beneficiario di questa operazione sembra sicuramente Cesare Nai, che potrà tentare il bis in assenza del suo potenziale e principale avversario.

Pd, 5 Stelle e quel che rimarrà di Cambiamo Abbiategrasso dovranno correre ai ripari, e convergere o puntare su uno o più candidati alternativi.  E qui le voci clamorosi si sovrappongono: a quanto si dice nei corridoi della politica, il centrosinistra potrebbe schierare un ex finiguerriano, uscito polemicamente da Cambiamo anni fa. Sarebbe una sorpresa dietro l’altra. Chissà..

Articolo precedente‘++Fiera Milano riparte: Micam, Mipel e molte altre. La Lombardia si rimette in testa
Articolo successivo‘+Cassinetta/1, il paese è Covid free: ZERO positivi