Carlo Garavaglia vittima della strage di piazza Fontana: una mostra in suo ricordo a Mesero

299

MESERO – Anche il Comune di Mesero ricorderà il 52esimo anniversario della strage di piazza Fontana, avvenuta a Milano il 12 dicembre 1969. Lo farà con una mostra, che verrà inaugurata sabato 11 dicembre, presso la biblioteca di piazza Europa 4. Si tratta di una raccolta di ritagli di articoli di giornale, ( Il Corriere della sera, Il Giorno, La Repubblica) che e’ iniziata quel venerdì pomeriggio ( il momento della detonazione della bomba) e poi è proseguita per ben 52 anni. Il materiale documentario è stato custodito e incrementato da Luigi Ferrari, parente di una delle vittime, fino al momento della sua morte nel 2010.

 

Da questo momento, la figlia Laura ha proseguito la raccolta e l’archiviazione. Faranno compagnia agli articoli di giornali, alcune decine di libri scritti sui fatti inerenti alla strage e ai loro protagonisti, pazientemente selezionati dal bibliotecario Maurizio Di Clemente.
“La città di Mesero e’ onorata di ospitare per la seconda volta questa mostra – ci ha detto il Sindaco Davide Garavaglia – in questo modo intendiamo ricordare il sacrificio delle diciotto vittime innocenti e in particolare quella di Carlo Garavaglia, nato e cresciuto a Casone”.
“ L’Italia è una nazione che dimentica facilmente – ha concluso il Sindaco – oggi il rischio maggiore e’ l’ indifferenza e che tutto cada nell’oblio”.

 

La mostra sarà aperta dal prossimo 11 dicembre, con i seguenti orari: martedì 9.30-12.30; mercoledì, giovedì e venerdì 16-19; sabato 9,30-12,30; domenica 10-12.

 

 

Articolo precedenteMagenta, emergenza Covid, nuovi aiuti alle famiglie
Articolo successivoPubblico-privato insieme per una sanità sempre più a misura di cittadino