Caos in Forza Italia e Viglio attacca duro: “La Morani e Sgarella al servizio di Ballarini…”

    106

    MAGENTA – Ha suscitato e sta suscitando per la verità più di una perplessità la conferenza stampa convocata questo pomeriggio a Corbetta da Marco Ballarini, coordinatore di zona di Forza Italia, insieme al Co-commissario magentino del partito Felice Sgarella e alla candidata in Consiglio comunale Federica Russo. Conferenza organizzata per rispondere al polverone mediatico scoppiato attorno al nome della Russo o, per meglio dire, alle immagini che la bella ventenne ha pubblicato sul suo profilo Facebook.

    In premessa rimarchiamo come il nostro giornale on line non sia stato invitato alla conferenza, evidentemente, perché in passato ha assunto posizioni critiche, ma sempre rispettose del suo nuovo ‘capo’  a livello territoriale.

    Ma tant’è. Così come il fatto, che la conferenza stampa di una partito politico per una vicenda di natura strettamente partitica e legata a Magenta, sia stata convocata all’interno del Palazzo Comunale di Corbetta.

    Buona prassi e rispetto del galateo istituzionale, imporrebbero di utilizzare altri spazi per questo genere d’iniziative.

    Ma forse noi stiamo andando un po’ troppo per il sottile. Diversamente dal capogruppo magentino di Forza Italia Tino Viglio  che prende decisamente le distanze dalla gestione del partito in questa ultima fase: “Ballarini si è posto male fin dall’inizio. Vuole fare il padrone a casa di altri. Non è riuscito con la candidatura a Sindaco che gli abbiamo stoppato in corner. Adesso va avanti imperterrito con Felice Sgarella e Patrizia Morani che sono  al suo servizio. Di certo, queste cose non fanno il bene del partito”.

    Il veterano degli azzurri che questa volta ha deciso di non candidarsi aggiunge: “Io sto decisamente dalla parte di Federica Russo. Questa ragazza è stata strumentalizzata ingiustamente. La sua candidatura ci sta tutta ma non è stata affatto tutelata. Detto questo tutta la vicenda è stata male gestita, su questo non ci piove”.

    Raramente abbiamo sentito l’Ingegner Viglio così amareggiato e risentito: “Io rivendico l’autonomia del nostro partito a livello cittadino, a qualcun altro invece va bene andare a prendere ordini a Corbetta… Poi vedremo i risultati”.

    Nel gioco delle parti, va detto che immediata, ancorchè scontata, l’ironia in casa “Dem”. L’immagine postata dal PD Magenta del resto parla chiaro in tal senso.

    A farne le spese incolpevolmente la candidata sindaco del Centrodestra Chiara Calati. Che, a questo punto, dovrebbe chiedere e pretendere una regia comune e, soprattutto condivisa, per questa campagna elettorale. Perchè la faccia ce la sta mettendo lei…

    F.V.

     

    Articolo precedenteMagenta, ecco i primi nomi dei candidati della civica per Invernizzi e del Pd
    Articolo successivoMacedonia nel caos. Ma chi ne parla?