CronacaNews

Caos clandestini: in Prefettura istituito un tavolo permanente

Domani pomeriggio la prima riunione  con il Prefetto Alessandro Marangoni

MILANO – La gestione del flusso migratorio continua a essere al centro delle problematiche di cui si sta occupando il Prefetto di Milano Alessandro Marangoni insieme ai rappresentanti delle istituzioni coinvolte. Per consentire un adeguato flusso di informazioni la Prefettura di Milano ha deciso di costituire un tavolo permanente di monitoraggio al quale siedano i rappresentanti delle sette zone nelle quali e’ divisa l’area metropolitana di Milano. La prima riunione di questo tavolo di monitoraggio per l’esame preliminare delle iniziative da assumere e’ fissato per venerdì 25 novembre alle 18. Per quella data sono stati convocati i sette rappresentanti dei comuni piu’ popolosi che faranno da capofila delle sette zone. Si tratta di Legnano, Abbiategrasso, Rozzano, San Giuliano, Pioltello, Rho e Sesto San Giovanni, ma poi ogni zona potra’ esprimere il proprio rappresentante.

decomag2Non si fa attendere la reazione di Riccardo De Corato, ex vicesindaco e capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale in Regione Lombardia che vede in questa misura, la volonta’ di “scaricare i migranti sui comuni dell’hinterland”. “Dopo l’ondata di migranti a Milano – osserva – adesso trema anche l’hinterland: il Prefetto ha istituito questo tavolo permanente con i rappresentanti dei sindaci per organizzare gli smistamenti”. Ai primi cittadini e’ arrivata ieri una lettera firmata dal prefetto sulle “problematiche relative alla gestione del flusso migratorio”. “Evidentemente un tavolo permanente e’ indispensabile dato il forte e continuo flusso in arrivo – aggiunge De Corato -: l’emergenza non si placa e il Governo ha come al solito preso di mira la Lombardia. Dopo Milano la mannaia calera’ anche sui comuni della provincia, grandi o piccoli che siano. Immaginiamo che ci tocchera’ risentire casi come quello di Zeloforamagno o di Magenta. O come l’attuale caso di Zelo Buon Persico, dove i migranti sono stati messi in una villa senza le condizioni igieniche e strutturali per farlo, con conseguenti proteste da parte sia dei residenti che dei clandestini”.

(fonte:download1451138740-immigrati-violenti-2 AGI)

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi