Canegrate: Monsignor Delpini in visita per l’inaugurazione della nuova ala dell’oratorio

    77

    CANEGRATE-  Negli ultimi tempi, nella zona, ha voluto venirci spesso. Richiamo del cuore perché lui è originario di Jerago con Orago, dedizione alle comunità di quella diocesi meneghina di cui è al timone dal 7 luglio 2017. Fatto sta che monsignor Mario Delpini, dopo avere animato alcuni mesi fa una processione a Legnano e prima ancora essere stato presente ai festeggiamenti della comunità di sant’Ambrogio di Parabiago, ha adesso tenuto a battesimo la nuova ala dell’oratorio san Luigi.

    E ai molti ragazzi e genitori presenti ha voluto lasciare il suo decalogo, improntato a chiarire quale sia la finalità di un oratorio e in che modo ci si debba accostare alle sue mille attività: emerge così una serie di consigli preziosi, dalla necessità dell’oratorio di tenere le porte aperte a tutti “per insegnare la via della vita” , “sui cammini della fede della speranza e della carità” a quella di saper organizzare il tempo in modo costruttivo, fino all’esigenza di raccordarne le attività con quelle di Decanato e comunità pastorale, di personalizzare le proposte educative sulle caratteristiche dei ragazzi. Nella consapevolezza, ha detto Delpini, che “l’oratorio è scuola di verità” e che al contempo “è per tutti ma non per sempre, educa ragazzi, adolescenti per introdurre alla giovinezza cristiana, tempo di responsabilità da vivere negli ambienti adulti, portando a compimento la propria vocazione“.

    Ma il nuovo corso dell’oratorio non termina qui. Prosegue infatti la raccolta straordinaria per sostenere le spese per l’attrezzatura della cucina e l’allestimento del bar. Finora la somma raccolta ammonta a 9.500 Euro. La festa dell’oratorio san Luigi, però, non vive solo dell’inaugurazione, per quanto della massima rilevanza, della nuova ala.

    Tra gli appuntamenti significativi figurano infatti venerdì 14 giugno alle 20 l’avvio del memorial Federica Banfi (foto sopra), la sfortunata ragazza canegratese scomparsa alcuni anni fa in un incidente stradale, alle 21 la conferenza “L’uomo e il creato” con Chiara Tintori e Andrea Radice e Paolo Petracca nelle vesti di moderatore e,. domenica 16 giugno alle 11.30, la celebrazione di una santa Messa per festeggiare il decimo anno di sacerdozio di don Andrea Citterio.

    Cristiano Comelli  

    Articolo precedenteGaggiano: domani sera il Consiglio comunale d’insediamento della Giunta Perfetti
    Articolo successivoCastano Primo, consegnati gli attestati di partecipazione al corso di difesa femminile