Calcio, serie D: Legnano vince ad Arconate, cade l’Inveruno

141

Arconatese – Legnano 1-3 (0-2)
Gol: 23′ Pennati (L), 25′ Borghi (L), 85′ Alvitrez, 93′ Di Maira (A)

Arconatese: Vandelli, Parini, Ientile (53′ Albini), Bonfanti, Bianchi, Gomis, Bright (74′ Bagarolo), Menegazzo, Romanini, D’Ausilio (xx’ Veroni), Hazah.
In panchina: Di Mango, Giovane, Di Maira, Cazzaniga, Romeo, Marra.
Allenatore: Livieri.
Legnano: Bizzi, Ortolani, Ciappellano, Ricozzi, Miculi, Nava, Borghi (81′ D’Aversa), Pennati (57′ Rinaldi), Gobbi (57′ Cocuzza), Tindo (58′ Alvitrez), Gasparri (79′ Pavesi).
In panchina: Ragone, Foglio, D’Aversa, Perez, Frau.
Allenatore: Manzo.
Arbitro:
Ammoniti: Ientile, Ricozzi.
Espulsi: 78′ Bianchi (A)

SONDRIO – MILANO CITY 0-2
Contro una compagine per tradizione molto ostica come il Sondrio la Milano City trova il primo sorriso del campionato sottoforma di posta piena. Grande prova di autorità per i granata che hanno ampiamente meritato di uscire vittoriosi dal terreno dei valtellinesi. Il Milano City si è portato in vantaggio al 34′ della prima frazione grazie a Lattarulo, bravo a finalizzare nel modo migliore di piatto un passaggio di Lombardi. Al 36′  della ripresa Franzese completa la giornata di buona vendemmia dei granata segnando la sua prima rete con la loro maglia.
PRO SESTO – INVERUNO 4-2
Cominciata bene, finita malissimo. In vantaggio per 2-0 sul terreno della quotata Pro Sesto, l’Inveruno non ce l’ha fatta a mantenere quanto capitalizzato e ha subito la rimonta degli avversari finendo sconfitto per 2-4. L’avvio di gara è tutto di marca gialloblù con il vantaggio di Rankovic al 9′ su cross di Lillo e il raddoppio di quest’ultimo al 17′ su assist di Greco. Sembra mettersi bene per l’Inveruno ma la Pro Sesto ci crede e al 33′ comincia a rientrare in partita con Capelli su azione personale. Al 9′ della ripresa Gualdi interviene di testa su punizione di Scapuzzi e realizza il 2-2. Carullo porta definitivamente avanti i biancocelesti di casa al 23′ e al 32′ con due tiri dal limite. L’Inveruno è ora nei bassifondi della graduatoria al terzultimo posto con il Milano City con otto punti.
Cristiano Comelli
Articolo precedenteVigevano, trovati con fucile a canne mozze: arrestati due uomini
Articolo successivo‘Il nuoto? Un viaggio in bicicletta’. Simone Barlaam si racconta al Foglio