Busto Garolfo, sicurezza. Il Sindaco Biondi: “Basta con gli allarmismi”

    130
    BUSTO GAROLFO-  La sua analisi corre lungo due binari: una puntualizzazione di quanto la sua amministrazione sta facendo per prevenire il fenomeno e una risposta chiara alle critiche che le sono state mosse dalle forze di opposizione.
    Il sindaco di Busto Garolfo Susanna BIondi è reduce da un incontro con il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza “che – spiega in una nota- affrontava tra i punti all’ordine del giorno la vicenda dei furti che si sono verificati nei mesi scorsi nel nostro comune e hanno interessato soprattutto le attività commerciali di Busto Garolfo e Olcella”.
    Incontrandosi anche con il questore di Milano Sergio Bracco, il comandante provinciale dei Carabinieri Luca De Marchis e quello del gruppo Milano della Guardia di finanza, Giuseppe D’Urso, Biondi ha constatato che su quanto avvenuto nella realtà bustese e sulla necessità di porgli un freno con iniziative concrete esiste la massima attenzione.
    Un’attenzione che si è già tradotta in iniziative tangibili che hanno portato, ricorda il sindaco bustese, a dare una decisa spallata al fenomeno “grazie- dice – all’attivazione nei primi giorni di gennaio di una serie di servizi dedicati che si sono aggiunti alle normali attività svolte dalle Forze dell’ordine”. L’attenzione, dice ancora, “rimane massima”. E, nel sottolineare questo monitoraggio costante sulla situazione, non manca di ringraziare chi consente di compiere su questo un lavoro coordinato per dichiarare guerra agli episodi criminosi: dal Prefetto “che mi ha molto cortesemente chiamato e invitato a partecipare all’appuntamento” al comandante della compagnia dei Carabinieri di Legnano Alfonso Falcucci fino ai marescialli Bruni e Bonomo e a “tutti i carabinieri della stazione di Busto Garolfo e la Polizia Locale”. Un lavoro d’equipe che, afferma ancora il primo cittadino, “dimostra che le istituzioni sono presenti e attive, agiscono con competenza e impegno ed è a loro che dobbiamo affidarci”.
    Completata la disamina su quanto messo in campo, Biondi mette in chiaro alcuni aspetti legati alle critiche espresse nei riguardi della sua giunta dalle liste di opposizione “Centro destra per Busto Garolfo” e “Io sto con Busto e Olcella” in una recente conferenza stampa: “per quanto concerne l’illuminazione-  esordisce – mi domando in quale paese vivano, nella mia precedente amministrazione ho messo in pista con la mia giunta un progetto di illuminazione pubblica da 800 mila Euro e per di più a Led, quindi quel sistema di illuminazione a Led che chiedono  esiste già”. Chiara la valutazione anche sulla critica di non insistere a sufficienza sul discorso delle telecamere: “l’ex sindaco Pirazzini – spiega – aveva elaborato progetti faraonici, non hanno messo neppure invece una telecamere nei loro anni di amministrazione, noi ne abbiamo installate parecchie e anche la videosorveglianza è abbondante. La situazione del nostro paese sta ritornando alla normalità ed è assurdo creare allarmismi inutili, c’è massima attenzione e massima collaborazione tra noi e le forze dell’ordine per tenere sotto controllo il fenomeno; oltretutto mi pare che l’opposizione abbia indetto una conferenza stampa tardivamente quando il problema si sta già avviando a essere risolto, quindi non condivido di quanto hanno affermato né i contenuti né il metodo”.
            Cristiano Comelli           .
    Articolo precedenteCuggiono: il febbraio in Cascina Galizia
    Articolo successivoMagenta, Affaire Bonfiglio/2: il punto della situazione. Gli scenari possibili