Busto Garolfo punta al recupero delle ex scuderie

    94

     

    BUSTO GAROLFO – Il novero degli interventi è ampio: si va dagli interventi di intonaco  all’efficientamento energetico passando per riqualificazione dell’impianto elettrico e lavori murari. L’amministrazione comunale di  Busto Garolfo punta molto a rivestire di nuovo la villa comunale e concentra ora la sua attenzione sugli edifici cosiddetti di corpo B e c o locali ex scuderie.

    La delibera licenziata dalla giunta del sindaco Susanna Biondi parla al riguardo di “interventi manutentivi, ristrutturativi e ricostruttivi di immobili ex scuderie” su  cui intende realizzare un “completamento funzionale”. L’intervento era già stato messo in pista e si appresta ora a ricevere un’iniezione di completamento.   Un’operazione condotta per gradi che ha dovuto e deve tenere conto di un aspetto di dotazione economica e di uno di adeguamento funzionale. E peraltro, l’orientamento assunto dalla giunta è andato incontro a un aggiustamento in corso d’opera in quanto, specifica sempre la delibera, “le opere coinvolgevano in un primo momento solo il piano terra del corpo C mentre all’attualità saranno rivolte anche alla sistemazione del piano primo alla luce della destinazione d’uso dei locali”. Che la giunta intende destinare a funzione istituzionale e sociale.

    Cristiano Comelli

    Articolo precedente‘++Covid, ieri in Lombardia 10 intensive in meno e positivi al 3.4%
    Articolo successivoLombardia, dal Consiglio Regionale NO al coprifuoco