Cronaca

Boffalora Ticino: lite furiosa, conviventi rompono il tubo del gas. Intervengono i vigili del fuoco

È accaduto nella notte tra martedì e mercoledì

BOFFALORA SOPRA TICINO Una lite furibonda nel cuore della notte. Non sono dovuti intervenire solo i carabinieri della compagnia di Abbiategrasso, ma anche i vigili del fuoco del distaccamento di via Zara a Magenta. Perchè, nella notte tra martedì e mercoledì, si era verificata una piccola perdita di gas provocata proprio dalla colluttazione in corso tra una donna e il convivente.

E’ accaduto in un’abitazione della zona periferica di Boffalora sopra Ticino quando i due, in maniera del tutto accidentale, hanno urtato il rubinetto del gas che, dall’esterno, entrava in casa. Era un tubo in rame, molto più fragile di uno in ferro e si sarebbe tagliato con il bordo della piastrella facendo uscire un po’ di gas. Il proprietario convivente si è accorto di quello che era successo e ha allertato i soccorsi, giunti sul posto con l’autopompa dei vigili del fuoco volontari di Magenta e con i tecnici di Aemme. Sono stati questi ultimi a provvedere alla piombatura del contatore mettendo l’abitazione in sicurezza. I carabinieri sono arrivati per sedare la lite in corso. Nessun ferito, per fortuna. Ma la tensione era alle stelle. Alla fine ci sono riusciti i carabinieri a placare gli animi e tutto è finito bene, per il momento.

Ma, la cosa che più fa rabbrividire è che non è certo la prima volta che le forze dell’ordine arrivano presso quell’abitazione. Nelle ultime settimane sono stati almeno otto gli interventi in quella casa di Boffalora sopra Ticino. Sempre per liti provocate da futili motivi tra i due conviventi che degeneravano alla presenza di un bambino in tenera età. La vera vittima di questa storia.

Tag
Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi