Bilancio regionale: fondi anche per la ciclabile da Magenta a Corbetta

    139

    MILANO – C’è anche il territorio dell’Ovest milanese fra gli interventi di sviluppo approvati e finanziati nella manovra di Bilancio per il triennio 2021-2023. “E’ un altro chiaro segnale – dice Luca Del Gobbo, consigliere regionale di Noi con l’Italia – che dimostra come questa maggioranza voglia investire sulla crescita dei singoli territori, che si traduce in nuova capacità di attrazione e in benessere per chi vi abita”.

    Del Gobbo è autore di un ordine del giorno approvato dall’assemblea grazie al quale arriveranno nuove risorse per la città di Magenta. “Abbiamo impegnato la giunta regionale a investire nel 2021 ben 346mila euro per realizzare una pista ciclabile che collegherà Magenta e Corbetta, un’opera richiesta da un apposito comitato formato da liberi cittadini, sollecitata dai consiglieri di Noi con l’Italia in comune, Cristiano Del Gobbo e Massimo Peri, e inserita dal sindaco Chiara Calati nel Piano triennale degli investimenti della città. Insomma, la volontà istituzionale e dal basso c’era tutta, mancava l’ultimo, essenziale elemento: le risorse per dare gambe all’operazione ”.

     

    Anche il Comitato Pista Ciclabile Magenta-Corbetta, esprime la propria soddisfazione a proposito: “Finalmente – si legge in una nota firmata dal presidente Francesco Cerati – ci sono le condizioni perché il progetto da noi tanto sostenuto e sollecitato, possa essere realizzato. Ringraziamo chi in Regione Lombardia ha creduto e sostenuto questo progetto, reso possibile grazie ai fondi regionali per la mobilità sostenibile, che in questo anno di pandemia si è confermata come una delle priorità per far ripartire la società. Ci auspichiamo ora che l’amministrazione di Magenta avvii al più presto la fase realizzativa, per non perdere quest’opportunità e le relative risorse, in modo da fornire un concreto aiuto per la ripresa sociale nel 2021 a studenti, famiglie ed anziani delle nostre due città”.

    L’intervento sarà possibile, spiega Del Gobbo, grazie al “Fondo per la ripresa economica” istituito con la legge regionale numero 9 approvata nel maggio scorso: “Una normativa che ha reso possibile misure di investimento straordinarie con cui rimettere in moto l’economia lombarda colpita delle restrizioni anti-Covid”. I primi a beneficiarne sono stati e saranno gli enti locali, destinatari di risorse con cui avviare opere pubbliche immediatamente cantierabili. Per l’esponente di Noi con l’Italia, “Regione Lombardia continua a lavorare in un’ottica di collaborazione istituzionale, efficacia e rapidità, senza i quali la nostra economia resterebbe al palo”.

    Articolo precedenteSomma Lombardo: un nuovo riconoscimento per le Dighe del Panperduto
    Articolo successivoBilancio Regione/2: Trezzani, Scurati e Giudici (Lega) impegnati per le opere pubbliche del territorio