Bià, la Lega Nord pancia a terra per Cesare Nai

    154

    ABBIATEGRASSO –  Appuntamento partecipato quello di venerdì sera al Piper Cafè di Abbiategrasso dove la lista della Lega Nord di Abbiategrasso si è presentata a sostegno del candidato sindaco Cesare Nai. L’incontro ha visto la presenza di molti ospiti. Sono intervenuti il Senatore Gian Marco Centinaio, l’Onorevole Paolo Grimoldi, l’Assessore regionale Massimo Garavaglia,il segretario provinciale Gianbattista Fratus,il segretario della locale sezione del Carroccio Giovanni Marroccoli, il sindaco di Vigevano Andrea Sala e,ovviamente,  il candidato sindaco Cesare Nai. Nei panni del moderatore Andrea Scotti. Né Centinaio, né gli altri ospiti della Lega Nord le hanno mandate certo a dire soprattutto al Governo. Centinaio ha detto che è in atto una sorta di sostituzione etnica di una generazione di Italiani. “Ogni anno dall’Italia se vanno oltre 170 mila giovani tra i 20 e i 40 anni. Tutta gente in età produttiva e riproduttiva…ma che non è in grado nel nostro Paese di farsi una vita. Se non ci rendiamo conto di quanto sta accadendo tra pochi anni sarà sparita una generazione intera di cittadini con tutte le conseguenze del caso“. Duro anche Garavaglia col sindaco di Abbiategrasso Gigi Arrara che ha sottoscritto il protocollo della Prefettura di Milano per i migranti: “Portare qui 90 profughi, di cui solo il 5% ha il diritto per essere accolto, significa portare qui anche le loro famiglie, perché a queste persone si dà carta d’identità e la residenza, il tutto ricade sugli enti locali. Contestualmente – ha rilevato Garavaglia – il Governo taglia il 70% del Fondo per le Politiche Sociali, cioè meno 210 milioni di euro. Peccato che investe una somma 22 volte superiore per l’accoglienza. Pazzesco“. 

    Gran parte degli interventi compreso quello del candidato sindaco Nai ha focalizzato l’attenzione sulla perdita di centralità di Abbiategrasso.  “Vogliamo – ha detto Nai – riportare le aziende ad Abbiategrasso, incentivare l’agricoltura partendo dalla fiera di marzo che è stata cancellata. Per fare questo dobbiamo lavorare sull’accessibilità del nostro Comune. Solo così tornerà lo sviluppo e il benessere”. 

    Per Nai così come per la Lega Nord è urgente il via libera alla Malpensa Vigevano senza altri tentennamenti.  “Perchè grazie alla realizzazione di questa infrastruttura potremo pensare anche al raddoppio della ferrovia Milano Mortara, grazie al rifacimento del ponte sul Naviglio a Vigevano già in corso”.

    E Nai su questo ha trovato sponda nel primo cittadino di Vigevano Andrea Sala. “Per noi e per tutta la Lomellina e il Pavese questa opera è strategica oltre che essenziale. Serve però un sì forte da parte di Abbiategrasso. Noi per una questione di provincia, essendo al di là del Ticino, non siamo in Conferenza dei Servizi.  Però, Abbiategrasso c’è e avrebbe dovuto far sentire maggiormente il suo peso. Se fosse stato così – ha concluso Sala – la questione sarebbe già stata risolta da tempo”. 

    (*nelle dall’alto da sinistra il pubblico, l’intervento di Paolo Grimoldi, quello di Gian Marco Centinaio e sotto Andrea Sala con Cesare Nai)

     

     

    Articolo precedente“Sguardi su Magenta”: un nuovo progetto di promozione turistica.
    Articolo successivoLegnano, Contrada Sant’Erasmo: si entra nella settimana calda del palio