Bià, elezioni. Forza Italia presenta la sua lista. Nai: “Siamo quelli del Sì, siamo quelli che vogliono e portano lo sviluppo”

154

ABBIATEGRASSO – “Un gruppo di amici prima di tutto. Una mastice che ha tenuto assieme questa coalizione dentro alla quale Forza Italia ha svolto e svolge tutt’ora l’elemento di vero collante”. Queste le parole con cui il Sindaco Cesare Nai, ha commentato la presentazione della lista di Forza Italia svoltasi domenica mattina nella Sala Consiliare del Castello Visconteo di Bià assai affollata.

Con il primo cittadino uscente Nai più che mai ricandidato alla conferma, c’erano Piero Bonasegale coordinatore di zona di Forza Italia, il capogruppo in Consiglio regionale Gianluca Comazzi e il coordinatore provinciale Graziano Musella. Ad aprire il giro d’interventi proprio Bonasegale: “Sono molto soddisfatto di questa lista non solo per la sua completezza ma anche per l’eterogeneità, in quanto, riesce a rappresentare al meglio i diversi mondi di Abbiategrasso. Senza contare che abbiamo in lista molti giovani. Un fatto importante che rimarca un segnale di riavvicinamento delle nuove generazioni al nostro movimento”. 

“Ad Abbiategrasso la differenza la fanno le persone – ha aggiunto Comazzi – e qui c’è davvero un bel gruppo. Tra l’altro Nai fa parte di quel gruppo di sindaci che è sempre venuto in Regione per far valere i bisogni di questo territorio. Cesare oltre che un sindaco è una persona che sa stare in mezzo alla gente, che lavora  duro con passione. E sono certo che questa lista che è fatta da figure di valore potrà essere un valore aggiunto. Qui ad Abbiategrasso il centrodestra ha governato bene ed è per questo – è stato l’invito di Comazzi – che tutti dobbiamo correre uniti e compatti più che mai per vincere già al primo turno”. 

Dopodiché la parola è passata al coordinatore provinciale Musella che ha fatto il punto oltre che su Abbiategrasso anche sul rilancio del partito a livello territoriale. “Su 11 comuni al voto, abbiamo 3 candidati di Forza Italia più quello di Magenta che è di area moderata. Il nostro partito è indubbiamente il perno delle coalizioni di centrodestra, in quanto, è quello con maggior esperienza amministrativa”.

Oggi gli ‘Azzurri’ hanno sul territorio della Città Metropolitana di Milano, 17 nuovi coordinatori – tra cui per l’Abbiatense appunto Piero Bonasegale ed Enzo Tenti nel Magentino (ndr) – e questo lavoro di riorganizzazione sta dando i suoi frutti, come osservato da Musella, per parecchi anni sindaco di Assago.

Sempre il dirigente di Forza Italia ha ricordato come “l’Italia abbia bisogno di un partito riformista, democratico, ancorato alle tradizioni popolari ma che sappia guardare al futuro”. 

In chiosa prima di passare la parola ai diversi candidati in lista, è stata la volta di Valter Bertani che è il capolista. 67 anni, agente di commercio, presidente dell’associazione Protezione Civile e componente dell’Associazione Emergenza e Solidarietà. “Questa è l’Amministrazione che ha fatto di più negli ultimi 20 anni – ha detto Bertani – basti pensare alla nuova piscina, alla sede unica comunale, l’appalto di A2A,  i 5 milioni di euro per la Scuola, le manutenzioni che si aspettavano da 30 anni a questa parte. Tutto questo, malgrado i due anni di Covid”. 

Tutte ragioni queste che hanno spinto Bertani al grande ritorno nella politica attiva. Sempre Bertani ha ricordato i SI forti e chiari che Forza Italia con Cesare Nai da tempo ribadiscono: quello per la realizzazione della Vigevano Malpensa e quello riguardante il raddoppio ferroviario della Milano Mortara con il sottopasso di via Mazzini. 

Quindi, i protagonisti sono stati i candidati della lista  capeggiata da VALTER BERTANI: GIANLUCA CERESA, CAPOGRUPPO USCENTE DI F.I in Consiglio; GIUSEPPE SERRA consigliere comunale uscente, FRANCESCO CATANIA, MARIA GRAZIA AMICO, LEONARDO CAPRARO, JESSIKA CANI, ANNALISA CEREDA, SARA COLOMBINI, FERDINANDO CIPULLO, GIANNA CISLAGHI, ETTORE DE MARTIN, SOFIA DOTTORI, DOMENICO MATTEO DREA, MAURIZIO GRASSI, MARIELLA GUZZON, MARIA TERESA OLDANI, MARIOS PRENGA, PATRIZIA RONDINA, STEFANO BERETTA, CARLO CASATI, LUCA TESTA, GIOVANNI TRAGELLA, MAURA OLIVARES.

 

Articolo precedentePapà e figlio di 11 anni costruiscono uno spazio nel Metaverso per salvaguardare la bio diversità
Articolo successivoVanzaghello: massacrato e gettato sulla piazzola, il padre lo riconosce dai tatuaggi