Cultura/Tempo Libero

Bià è La Città Ideale del Teatro. Si parte stasera con “Il segreto di Madre Teresa”

La Basilica di S.Maria Nuova, luogo dove andrà in scena la piece.
La Basilica di S.Maria Nuova, luogo dove andrà in scena la piece.

ABBIATEGRASSO – Sarà “Il Segreto di Madre Teresa” lo spettacolo con cui si apre “La Città Ideale del Teatro Urbano” ad Abbiategrasso, nel Quadriportico della Basilica di S. Maria Nuova, stasera alle ore 21.00. La piece rappresenta anche la nuova produzione del Teatro dei Navigli. Lo spettacolo avrà un costo del biglietto di 5 euro e l’intero incasso sarà devoluto all’HOSPICE di Abbiategrasso.

“Coltivare Teatro per nutrire il pianeta” è il tema ispiratore della XX edizione del Festival di Teatro urbano “Le Strade del Teatro” con l’intento di approfondire il ruolo che il Teatro e la cultura in genere hanno nella vita dell’uomo per lo sviluppo di una società viva e dinamica capace di trasformare i problemi in occasioni di cambiamento. L’evento, molto suggestivo, durerà tre giorni (venerdì sabato e domenica). La Città Ideale del Teatro Urbano ha radici nobili e lontane. Per Leonardo la città è un luogo da progettare, uno spazio da vivere pienamente in armonia e socialità, una realtà in cui la cultura e l’arte ricoprono un ruolo fondamentale e prioritario per la crescita e lo sviluppo di ogni singolo individuo. Così, dagli insegnamenti del genio di Vinci, Abbiategrasso ha voluto omaggiare l’arte e il Teatro con una serie di iniziative dislocate in tutta la città, nelle strutture più artistiche e rappresentative di Abbiategrasso come il Convento dell’ex Annunciata, la Basilica di S.Maria Nuova, Piazza Cinque Giornate, il Castello Visconteo, Cortile Castoldi ecc…

Per sabato e domenica sono previste una serie abbondanti di spettacoli, sia di teatro ma anche di danza, circo teatro, show acrobatici e molto altro per adulti e famiglie. Si comincia quindi stasera con uno spettacolo che promette di essere tra i fiori all’occhiello della Città Ideale.

“Il Segreto di Maria Teresa” è un segreto oscuro, difficile, scomodo. Un segreto che la “beata dei poveri” ha tenuto nascosto persino alle persone a lei più care; un segreto che la fondatrice delle Missionarie della Carità ha affidato solo alle lettere per il suo direttore spirituale. L’opera ripercorre il percorso che Anjenze, così si chiamava Madre Teresa prima di intraprendere il noviziato, ha dovuto attraversare: dal dolore per la perdita dell’amato padre Kole, alla scelta di unirsi alle Piccole Suore di Loreto, fino alla coraggiosa decisione di creare un ordine nuovo, un percorso di vita dettato dal semplice desiderio di poter fare del bene. Lo spettacolo teatrale, ne siamo certi, sarà ancora più d’impatto nella suggestiva cornice della Basilica di S.Maria Nuova.

 

Tag
Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi