Bià, “Corsi nel cassetto”: è una edizione da record!

    94
    Il vicepresidente di Fondazione Per Leggere Accomando e il responsabile del progetto Scarioni: ‘Un risultato che dimostra la bontà della strada intrapresa’
    ABBIATEGRASSO – I ‘Corsi nel Cassetto’ proposti da Fondazione Per Leggere fanno boom. Anzi, fanno sessantacinque: è questo l’esatto numero dei corsi che saranno attivati per la primavera 2017, superando addirittura il numero dei corsi attivati lo scorso autunno.
    Si tratta di risultati in crescita esponenziale a testimonianza che l’intuizione di avviare i corsi in sinergia con i 55 Comuni soci della Fondazione, ha accolto il positivo riscontro dell’utenza e dei cittadini dell’area metropolitana sud ovest di Milano.
    Il fatturato dei Corsi è del resto passato dai 10.000 € del 2011 agli oltre 120.000 € del 2016, risultando così più che decuplicato nell’arco dei 5 anni; il 2017 farà registrare, molto verosimilmente, un’ulteriore crescita del 20%. Coi fondi raccolti, Fondazione Per Leggere potrà acquistare nuova documentazione per le biblioteche, realizzare progetti culturali e sostenere l’ente con nuove entrate che si aggiungono ai contributi pubblici, assolvendo in tal maniera la sua naturale vocazione al coinvolgimento dei territori.
    Quello dei ‘Corsi nel Cassetto’ è un modello vincente, una felice intuizione cresciuta grazie all’appassionato personale e al dialogo costante col territorio”, spiegano il Vicepresidente Gianfranco Accomando e il responsabile di Corsi nel Cassetto, Federico Scarioni. “Stiamo parlando di una proposta che non solo si auto sostiene dal punto di vista economico e che quindi non grava sulla spesa pubblica, ma che anzi mette a disposizione nuove risorse da investire a beneficio delle migliaia di utenti delle nostre biblioteche. Negli anni i Corsi hanno saputo cambiare, evolversi, rispondere puntualmente alle richieste e soddisfare la sete di sapere, di aggiornamento e di arricchimento delle conoscenze di ciascuno: è questo è il risultato più importante che abbiamo colto tutti insieme. Raggiunti i 65 corsi, a questo punto non ci resta che puntare a quota 100. Il nostro prossimo obiettivo”.
    (*comunicato a cura di Ticino Comunicazione, ufficio stampa di Fondazione Per Leggere)
    Articolo precedenteCiclone Castiglioni: il 23 maggio Enzo Miccio sarà a Magenta
    Articolo successivoMagenta, Invernizzi indice le elezioni e invita tutti i candidati sindaci alle celebrazioni del 4 giugno