Bià, Amaga: ritardi nell’addebito TARI in fattura, il problema è risolto

    18
    ABBIATEGRASSO  – A seguito della fusione tra AMAGA S.p.A. e Navigli Ambiente S.r.l. sono state rilevate difficoltà nell’addebito diretto in conto corrente delle fatture TARI relative al 1° semestre 2020 per i clienti aventi come modalità di pagamento il sistema SDD (Sepa Direct Debit).
    “Scusandoci per il disguido subito – spiega l’Azienda in una Nota – si precisa che la causa del disagio è stato un disallineamento informatico tra la nostra banca ed i diversi istituti di credito di ciascun cliente. Da qui l’impossibilità a rispettare la scadenza dell’addebito dello scorso 10/07/2020”.
    “Gli interventi necessari da parte dei tecnici si sono conclusi nei primi giorni del mese di settembre, consentendo ad AMAGA S.p.A. di poter emettere un nuovo flusso di incassi con scadenza 15/09/2020. Si chiede pertanto ai clienti per i quali la fattura risulta ancora non addebitata in c/c di monitorare tale scadenza e di comunicare eventuali disservizi che dovessero presentarsi” conclude la Nota.
    Articolo precedenteElezioni, Miglio e Insieme per Vittuone chiudono la campagna in villa Resta
    Articolo successivoIl personaggio. Don Claudio Mainini pronto ad una nuova avventura: domani parte per il Camerun