Bernate Ticino/Cuggiono: apertura dell’ecocentro sempre in ritardo, le proteste dei cittadini in coda

322

BERNATE TICINO/CUGGIONO I cittadini protestano per le aperture sempre in ritardo all’ecocentro di Bernate Ticino/Cuggiono. L’altro giorno c’erano ben 22 cittadini in attesa all’ingresso per l’apertura fissata alle 13.30.

“Gli addetti sono arrivati alle 13.47 – ha commentato Terresio Garavaglia di Bernate – È assurdo. Non è certo la prima volta che succede e non sarà nemmeno l’ultima”. E così ecco le auto in coda con il loro carico di rifiuti da smaltire all’ecocentro.

Garavaglia coglie l’occasione per ribadire anche le altre problematiche che affliggono Bernate Ticino. Non ultima la rotonda, già segnalata, e sempre spenta da un anno a questa parte. “Il circo dello scaricabarile degli enti pubblici continua”, aggiunge il bernatese.

Articolo precedenteMagenta, il 22 maggio al Teatro Lirico l’opera ‘Il Trovatore’ a favore dell’Aicit nel ricordo di Umberto Re
Articolo successivoMagenta, grande risultato nella missione in Togo di Maristella: ultimati i laboratori di fisica e chimica per il nuovo liceo scientifico