Bernate/Marcallo: revenge porn, via al processo con gli imputati in libertà

91

BERNATE/MARCALLO Si è aperto il processo, presso la nona sezione penale del Tribunale di Milano presieduta da Mariolina Panasiti, per i due uomini di Bernate Ticino e Marcallo con Casone, che nel mese di ottobre dello scorso anno erano finiti nel carcere di San Vittore per revenge porn.

Nonostante la ferma opposizione del Pm e della parte civile è stata accolta la richiesta dell’avvocato Roberto Grittini e così entrambi attendono l’inizio del dibattimento in libertà e non ai domiciliari. Il giovane di origini kosovare di 33 anni che, al momento dell’arresto viveva a Bernate Ticino, venne raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per avere diffuso sui social un video nel quale si vedeva la sua ragazza che aveva un rapporto intimo con lui. Ad aiutarlo a diffondere il video fu, secondo l’accusa, l’amico di Marcallo.

Una vicenda che, in parecchi suoi aspetti, è ancora tutta da chiarire. L’avvio del processo servirà proprio per fare luce sui lati ancora oscuri e per arrivare finalmente alla verità.

Articolo precedentePavia: bimba positiva al Covid alla materna, classe in quarantena
Articolo successivoMagenta: quante difficoltà per accedere ai servizi dell’Agenzia delle Entrate in tempi di Covid 19