Basta un mini cantiere e la Statale (!) 526 da Robecco a Bià va in tilt

    164

     

     

    ABBIATEGRASSO ROBECCO – A tutti quanti sostengono che NON serve un forte adeguamento infrastrutturale nell’Est Ticino bisognerebbe imporre di passare, 6-8 volte al giorno, lungo la statale (!!!!) 526 nel tratto Robecco Abbiategrasso.

    Dove nei giorni scorsi è apparso un cartello, una gru ed un cantiere con tanto di semaforo e senso unico alternato per dei lavori al margine della strada, sembra per ragioni idrico-fognarie (stanno posando, da stamani, dei grossi blocchi in cemento tipici di condutture idriche).

    Ebbene, il risultato è che per pochi metri di sede stradale occupata dal cantiere si formano code estenuanti, sia da Robecco verso Abbiategrasso che da Bià verso Robecco (e Magenta).

    Tutto questo è il frutto di una strade vergognosa, del tutto inadeguata a sopportare la mole di traffico che ogni giorno si muove lungo l’asse Magenta-Robecco-Abbiategrasso-Vigevano.

    E se un cantiere di ridottissime dimensioni comporta tutti questi disagi… Peraltro, tutto è avvenuto senza la consueta apposizione di cartelli o indicazioni che diano tempi precisi sull’esecuzione: sul sito del Comune di Robecco si legge che “ANAS spa – Compartimento di Milano avvisa che sulla SS 526 dell’Est Ticino Magenta – Pavia,  dal chilometro 5 + 420 al chilometro 5 + 750, partire dal giorno 28.05.2018 al giorno 16.06.2018 vi saranno dei lavori stradali, con traffico regolato da senso unico alternato, mediante installazione di semaforo provvisorio. Tale stato di fatto comportera’ rallentamenti e code nel tratto di strada che collega Abbiategrasso con Robecco sul Naviglio e vice versa”.

    Ma Anas non poteva farlo sapere prima, magari con qualche cartello lungo la 526 stessa? Mah..

     

     

    dav
    Articolo precedenteIl riso, dono degli Dei. Grande serata con Pietro Leemann e Cascina Caremma a Morimondo
    Articolo successivoBiglietterie: la Regione vuole evitare che chiudano, ma Trenord cosa dice?