Bareggio, prova di forza per Linda Colombo e il centrodestra

    165

     

     

    BAREGGIO – Prova di forza per il candidato sindaco Linda Colombo ed il centrodestra di Bareggio, che questa sera hanno fatto ‘sold out’ al centro di via Gallina per presentare il programma con cui corrono alle Comunali del 10 giugno. Lega, Forza Italia, Fdi e Noi di Bareggio sono le ‘quattro gambe’ su cui si regge la coalizione. Una compattezza ben visibile dal parterre della serata, composto da un nutrito numero di amministratori ed esponenti politici del cdx e ovviamente una cospicua presenza di bareggesi.

    “Siamo una coalizione che fa della legalità uno dei suoi punti fondanti, pertanto cominciamo con un omaggio doveroso a Giovanni Falcone e alla sua scorta, che venivano barbaramente uccisi 26 anni fa”, ha esordito dal palco Silvia Scurati, consigliere regionale e leader della Lega bareggese, che ha avviato la serata dando il benvenuto ai cittadini e ai rappresentanti delle forze politiche.

    Questa sera abbiamo l’esatta immagina di un centrodestra compatto che sostiene Linda Colombo, che presentiamo nel segno del vero rinnovamento”.

    A questo punto è stata introdotto il candidato sindaco Linda Colombo (ovviamente e visibilmente emozionata..), che ha cominciato ad illustrare il programma della coalizione, a partire dal sostegno alla famiglia, all’associazionismo e ai giovani.

    Successivamente è intervenuto l’eurodeputato Stefano Maullu (Forza Italia) ha salutato e ringraziato Bareggio, “dove ho vissuto per 15 anni, i tempi delle scuole. Con Roberto Pirota come compagno di classe. Oggi un sindaco deve avere tenacia, pragmatismo e determinazione, Doti sicuramente proprie di una donna come Linda Colombo. Questa coalizione potrà dialogare con Regione Lombardia e Parlamento Europeo, attingendo a risorse economiche oggi necessarie. Oggi quello di cui parla un economista come Paolo Savona sono i problematici vincoli imposti dagli accordi di Maastricht”.

    A seguire le idee del centrodestra in tema di sicurezza. “Bareggio ha un organico di Polizia Locale ridotto, pertanto la prima cosa da fare sarà rinforzarlo. Puntiamo anche al Daspo comunale, strumento di cui oggi dispongono i Comuni: chi non è residente e commette reato viene allontanato dal territorio cittadino. Terzo punto un deciso rafforzamento del Patto Locale per la sicurezza. Dedicheremo un momento specifico anche alla violenza sulle donne.

    L’onorevole Fabio Boniardi (Lega) ha elogiato il programma in tema di sicurezza ed esortato i bareggesi “a correggere la scelta del 2013 e a cambiare. Davvero. Avete la possibilità di farlo e di convincere i vostri concittadini da qui al 10 giugno”.

    Su sport e cultura, Linda Colombo ha accennato al bisogno di ristrutturare il patrimonio edilizio scolastico, “puntiamo a un nuovo plesso scolastico a san Martino. Vogliamo Bareggio come città dell’educazione, dello sport e della cultura”.

     

    Sul palco è quindi salito l’on. Marco Osnato di Fratelli d’Italia, “sono contento di essere qui a Bareggio, che ho conosciuto mesi fa e che oggi ha ottime possibilità di diventare il primo cittadino. La scelta di sostenere Linda da parte della sezione è arrivata forse un po’ tardi, ma la destra bareggese è rappresentata dal simbolo di Fdi a sostegno di Linda e della coalizione. Le città che sono vicine a Milano devono poter dare ai propri residenti la possibilità di viverle appieno”.

    Bareggio città del fare, ha continuato la Colombo, si basa sul recupero delle aree dismesse da decenni. Uno snodo cruciale per disegnare la città dei prossimi 20 o 30 anni, assieme al recupero e alla valorizzazione delle corti: determinante sarà il rapporto col privato. Dobbiamo ridurre l’impatto devastante del traffico lungo la statale 11, tema su cui si sta impegnando anche Silvia Scurati in Regione, oltre ad agevolare il collegamento tra Bareggio e le stazioni ferroviarie vicine”.

    L’onorevole Paolo Grimoldi, leader della Lega Lombarda, si è detto ottimista sull’esito delle elezioni. “Siamo uniti qui a Bareggio, abbiamo stravinto in Regione Lombardia, purtroppo la leghe elettorale nazionale non ha consentito di avere un governo con tutti i partiti del centrodestra. L’alternativa era il classico governo del Presidente, in linea con gli ultimi e pessimi governi tecnici”, ha sottolineato Grimoldi con un occhio a quanto successo poche ore prima a Roma, “quello che vogliamo fare è mantenere stabile l’alleanza di cdx”.

    Sostegno alle attività produttive locali, al chilometro zero, progetti mirati all’occupazione femminile, recupero del rapporto coi commercianti sono invece i punti nodali.

    Il programma completo di Linda Colombo arriverà nelle case di tutti i bareggesi a breve; con la solita, proverbiale compattezza della sezione del Carroccio (Pino Sisti, Lorenzo Paietta, Angelo Cozzi, Nico Beltramello e Laura Paietta), e un vento che soffia forte a favore della coalizione, la Colombo corre dritta verso il ballottaggio, in attesa di capire chi la seguirà. Il che sarà determinante per il ballottaggio (molto probabile) del 24 giugno.

     

     

     

     

     

     

     

     

    Articolo precedenteA Bià per il Giro anche due pedalate amatoriali con Banca Mediolanum
    Articolo successivoFrancesco Scaccianoce (Versus Legnano) campione d’Italia in lotta Grappling