Bareggio, nuova viabilità in via Matteotti e in via San Pietro. Colombo: “Recepite le richieste dei cittadini”

    87

    BAREGGIO – Dopo numerose riunioni coi cittadini e sopralluoghi con il consigliere delegato alla Viabilità Renzo Meda e la Polizia locale, in via Matteotti si è deciso di istituire un senso unico, dalla statale 11 verso il centro, nel tratto compreso tra il civico 142 e l’incrocio con via Girotti. All’inizio di questo tratto sarà installato anche un dissuasore di velocità. “La via Matteotti è caratterizzata da un traffico sostenuto in particolare nelle ore di punta – spiega il sindaco Linda Colombo – e questo, anche per le dimensioni ridotte della carreggiata, è causa di vari problemi. Sono infatti pervenute molteplici istanze dai cittadini che lamentano disagi sia sotto il profilo della viabilità, con la difficoltà di uscita dalle abitazioni, sia per la vivibilità, a causa dell’inquinamento ambientale e acustico”. Escluso dal provvedimento il tratto compreso tra il semaforo e il civico 142 per tutelare le aziende presenti, che necessitano di un collegamento rapido e agevole con la statale 11 sia in entrata sia in uscita.

    Anche in via San Pietro sarà istituito un senso unico, con direzione piazza San Giorgio, dall’intersezione con la via Don Carlo Riva fino alla piazza stessa. “Anche in questo caso – afferma il sindaco – andiamo incontro alle istanze dei cittadini, che hanno lamentato la mancanza di parcheggi. Rendendo quel tratto di strada a senso unico, ci sarà lo spazio per realizzare dodici nuovi stalli di sosta. Sempre su richiesta dei residenti andremo anche a mettere in sicurezza lo spazio antistante la chiesetta, creando un passaggio per i pedoni”.

    I sensi unici entreranno in vigore ad agosto, non appena sarà pronta la nuova segnaletica stradale. “I provvedimenti – conclude il sindaco Colombo – sono stati adottati dalla Giunta in deroga al Piano del Traffico, che rivedremo nella sua globalità in un secondo momento. Per ora procediamo con micro-modifiche finalizzate a tutelare i cittadini, sulla base delle loro segnalazioni, analizzando step-by-step le criticità”.

    Articolo precedentell Nuovo Cdu (sezione Milano): «Ursula von der Leyen è un politico molto capace»
    Articolo successivoIl presidente Fontana denuncia: “Autonomia ancora ferma al palo”