Bareggio, LN: “La Giunta risponda al Prefetto. In paese ci sono già centinaia di persone bisognose”

    83

    RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DALLA LEGA NORD BAREGGIO – “Il protocollo della Prefettura di Milano inviato ai Comuni è in chiara antitesi con la realtà che si vive nei comuni dell’hinterland. Mentre lo stesso Ministero dell’Interno certifica che oltre 80% delle persone giunte in questo Paese non avrebbero diritto ad alcun riconoscimento giuridico, e quindi sarebbero di fatto dei finti profughi, la Prefettura parla di accoglienza “sostenibile”.

    Purtroppo però – commenta il Segretario della Sezione Lega Nord di Bareggio, Linda Colombo (nella foto con la collega magentina Stefania Bonfiglio) – di sostenibile non vi è più nulla, dato che in molti Comuni la presenza di migranti (e non profughi) ha ampiamente alterato la sicurezza effettiva così come i criteri base della coesione e della convivenza civile. Pertanto, come hanno peraltro fatto altri Comuni, ci aspettiamo che anche il Comune di Bareggio responsabilmente rispedisca al mittente un documento che sembra solo una grande presa in giro.

    Lascia altresì molto perplessi il fatto che, nella distribuzione dei migranti, i posti da ripartire per ogni Comune siano indicati con riferimento alla quota minima, per non parlare poi del fatto che verranno stipulate convenzioni con i gestori individuati a partire dal prezzo unitario di euro 35, oltre Iva, pro die, per ciascuno cittadino straniero accolto e che tale importo potrà subire variazioni.

    Non dimentichiamo che a Bareggio sono già presenti alcuni aspiranti profughi, che non provengono da luoghi di guerra come la Siria, arrivati grazie ad un privato che ha partecipato a un bando scellerato emesso Governo PD-NCd.

    Vorremmo altresì sapere se la Giunta sta tenendo monitorata anche questa situazione. Sarebbe pertanto responsabile rispondere al Prefetto che Bareggio ha già le sue famiglie in difficoltà dinanzi alle quali qualsiasi Giunta dovrebbe assumersi le proprie responsabilità”.

    Articolo precedenteLibri dal mondo: le nostre anime di notte
    Articolo successivoRadici in crescita, sequenza giornaliera degli accadimenti, di Ivan D’Agostini- 13 e 14 aprile