Bareggio, la Lega attacca: ‘Passaggi pedonali inesistenti e insicuri!’

    41

    Riceviamo e pubblichiamo dalla Lega Nord di Bareggio

    BAREGGIO – Prosegue la nostra ricognizione sulla sicurezza delle strade. Dopo avere segnalato le problematiche relative agli attraversamenti pedonali, in particolare sulla ex SS 11 nel tratto di San Martino, nello scorso fine settimana sempre nei pressi dell’attraversamento si è registrato l’ennesimo incidente con il conseguente abbattimento dell’intero impianto semaforico.

    La pericolosità delle strade bareggesi non riguarda solo la mancanza di illuminazione adeguata ma anche il fatto che gli stessi attraversamenti pedonali sono ormai inesistenti. Basti vedere quelli posti nei pressi di luoghi sensibili, come le scuole in Via Matteotti o la stessa Piazza, dove sono praticamente cancellati. Una situazione di estremo pericolo, con le strisce pedonali praticamente consumate che rendono difficile per i pedoni l’attraversamento.

    strisceped

    In tanti Comuni non solo si provvede a rinnovare con una certa frequenza le stesse strisce ma spesso il classico tratto bianco viene dipinto su uno sfondo di colore diverso per renderle maggiormente visibili, oltre a tutta una serie di accorgimenti sonori nei tratti maggiormente frequentati che possono aiutare le persone anziani e con disabilità.

    A Bareggio invece manca perfino ogni minima condizione di sicurezza, che si tradurrebbe nel tracciare delle semplici righe bianche e nella manutenzione della segnaletica di questo tipo….. E’ comunque nostra intenzione avviare una raccolta firme per chiedere formalmente l’illuminazione delle strisce pedonali a partire da quelle poste sulla ex SS 11. E proprio ieri, domenica 19 febbraio, eravano presenti a San Martino – presso il parcheggio del Parco 8 Marzo – con un gazebo per avviare questa iniziativa.

                                                                                                                  Gruppo Consiliare Lega Nord

                                                                                                   Silvia Scurati – Lorenzo Paietta

    Articolo precedente‘Supermarket’ dello spaccio tra Cusago e la ‘Baggio’: 18 arresti dei Cc
    Articolo successivoTutto esaurito, da Hammy, per il primo aperitivo con polpo e bollicine