Ascoltati da noi per voiNewsTrexRoads

“ASCOLTATI DA NOI PER VOI” by Trex Roads Drew Moreland – “Drew Moreland” (2018)

Prima del week end torna la rubrica musicale di Claudio Trezzani

Ormai chi mi segue lo ha capito: il Texas è il mio stato di riferimento per la musica di qualità. Non che dagli altri stati non provengano artisti eccezionali, anzi! Però quelli che vengono da questa terra così stretta fra i canyon, il deserto e pianure immense, hanno qualcosa in più. Essere texani non è solo un’appartenenza geografica, è un sentimento ed è per questo che talvolta sembrano essere così arroganti o snob quando parlando della loro terra, ma nella musica hanno una marcia in più. In Texas la musica country è fortemente ancorata alle radici ma ha influenze forti da blues, rock e ha quel qualcosa in più che in altri stati non si trova, forse solo in Oklahoma.

 

 

E difatti il red dirt country è nato proprio a cavallo di questi due stati. Sentimenti di indipendenza e libertà sono la base del Texas-style. L’amore poi per la musica dal vivo non ha eguali al mondo, città come Austin, Fort Worth o Luckenbach sono devote alla musica dal vivo al 100%, luoghi dove ci sono locali mitici, festival che durano giorni interi e dove la vita scorre a ritmo della musica, Qui si cerca la musica vera, sincera e suonata col cuore, non si punta alle radio ma suonare in luoghi come Luckenbach è garanzia di qualità e Drew Moreland ha questo sigillo, era uno che suonava regolarmente per questo pubblico, un’audience esigente che ha visto dal vivo Waylon Jennings, Cody Jinks e tantissimi altri. Questo suo esordio discografico del 2018 va assolutamente scoperto. Una dichiarazione d’amore che parte già dalla copertina dove campeggia una cartina stradale del Lone Star State ma trovate il suo amore per il Texas un po’ dappertutto dai testi alla musica. Moreland è Texas sound  al 100%, un outlaw che sembra uscito dagli anni ’70 a braccetto con i compianti Waylon Jennings e Billy Joe Shaver. Assieme alla sua band, i Neon Hustle, Drew ci regala 9 pezzi splendidi, suonati alla grande, storie di praterie e grandi spazi, amori finiti e tentazioni, valori ancorati alla tradizione e tanto honky tonk.

Road Stone che apre il disco è un outlaw country che più texano non si può, pedal-steel chitarra e tanta polvere del deserto, con la gente del Texas che cerca di resistere al moderno che avanza e che dire poi di God & Cash? Il titolo è un programma, una predica su ciò che veramente conta nella vita dei texani, raccontata dalla sua voce non potente, non eccezionale ma perfetta per le storie che vuole narrare mentre la cavalcata di armonica e chitarra ci accompagna nel deserto.

Country classico mentre ci parla della sua terra in Thumbing My Way Across Texas, di quelli che si ispirano ai grandi del passato e non poteva mancare un’ode ai grandi amori violino, pedal-steel in Whiskey, Cigarettes and Guitars. Honky tonk che invade gli speaker e vorresti non finisse così velocemente, divertente e intensa.

Storie vere, di quelle che la gente da queste parti vive ogni giorno e che vuole sentire, ormai questa musica è stata sdoganata in ogni parte del mondo, grazie a grandissimi artisti del calibro di Cody Jinks e Dallas Moore, ma è qui che viene sentita come un inno alle proprie vite, ai propri paesi, ai locali.

Splendida la ballata che è quasi una dedica al genere musicale che ha ispirato il buon Drew, Prayer of an Outlaw non inventa nulla ma sentirla è una medicina per le anime in cerca di musica vera e di qualcuno che non faccia rimpiangere i grandi del passato.

La road-song You Call It Texas, I Call It Home è un’ode alle sue radici, fra polvere e autostrade, sapore di honky tonk e tanto rock and roll. La possiamo amare anche se non siamo texani anzi ci immedesimiamo in uno stato sospeso fra poesia e vita dura, un sentimento musicale che quando ti prende non ti lascia più. Un debutto davvero eccellente seguito da un’eccellente EP uscito nel 2020 che ne dimostra il talento di cantautore vero. Lo attendiamo alla prossima prova e nel frattempo noi urliamo a gran voce : God bless Texas!

 

Buon ascolto,

Claudio Trezzani by Trex Roads www.trexroads.altervista.org

 

(nel blog trovate la versione inglese di questo articolo a questo link:https://trexroads.altervista.org/drew-moreland-drew-moreland-2018/)

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi