Arluno, sindaco ed Auser piangono Nino Paparella

4

 

ARLUNO –  Nel suo impegno quotidiano confluivano amore per il suo paese e per il prossimo. Tanto da dedicare al volontariato gran parte del suo tempo. Arluno ricorda con commozione Nino Paparella, scomparso  in queste ore. A rendergli omaggio sono stati in molti. Due su tutti, l’Auser e il primo cittadino Moreno Agolli che sul suo profilo social ha ricordato commosso: “vorrei ricordare come hanno fatto in tanti la persona di Nino Paparella , per tantissimi anni promotore di azioni di volontariato , generoso donatore di tempo e passione amorevole per i più fragili, motore dell’Auser arlunese di cui è stato infinito presidente, attivista nel sindacato, uomo attento alla vita sociale, organizzatore di momenti di condivisione e armonia per la comunità”.
Una figura poliedrica in grado di non disgiungere mai il suo bene da quello della comunità. “A te Nino va il nostro grazie-  conclude Agolli – per esserti speso per gli altri, esempio prezioso per chi vuol dare alla propria vita un significato vero”.  Agolli si è poi stretto intorno ai familiari Teresa, Rossana e Giuseppe a cui ha rivolto “un affettuoso abbraccio”. Frammenti di una comunità solidale che, anche quando terminano il loro cammino terreno, restano saldi nella memoria di chi li ha conosciuti e ha beneficiato del loro operato silenzioso ma prezioso.
Cristiano Comelli
Articolo precedenteDalla Regione 167 milioni agli esclusi dai ristori, ma a Roma Pd e 5 Stelle si tengono ben stretti 54 miliardi di euro dei lombardi
Articolo successivoParabiago, 94mila euro dallo Stato per sicurezza e videosorveglianza