Arluno si interroga sui ‘cattivi odori’: Agolli pronto a coinvolgere Arpa ed Ats

160

ARLUNO   – Si chiamano molestie olfattive e, oltreché il naso, mettono a dura prova anche la pazienza e la calma. Il discorso è emerso anche ad Arluno dove alcuni abitanti hanno espresso lamentele chiedendo soprattutto di capire da dove potesse originare il problema.

Arrivata sul tavolo del primo cittadino Moreno Agolli, la lagnanza è stata esaminata con cura e il primo cittadino, dopo aver compiuto gli accertamenti del caso, ha potuto indicare la causa con chiarezza: impiego di alcuni fertilizzanti. Insomma, niente scarichi promananti da qualche industria ma una lavorazione dovuta ad attività agricola. “Le segnalazioni di molestie percepite in prevalenza nelle ore serali e notturne in diverse vie del paese- ha sentenziato il sindaco arlunese –  sembrano poter essere riconducibili alla concimazione dei campi. Nel nostro territorio vengono infatti utilizzati diversi tipi di fertilizzanti , dal letame al compost, dal polline al liquame, con differenti effetti odorigeni spesso confondibili con sostanze chimiche”.  Il discorso, però, non si conclude qui. Agolli si è infatti impegnato a trasmettere ad Arpa, Ats e Città Metropolitana le segnalazioni che gli sono pervenute. E a loro chiederà di effettuare controlli specifici, vista anche la necessità per chi usa fertilizzanti di avere una specifica autorizzazione. E intanto invita i cittadini a tenere alta la guardia e a inviare altre eventuali segnalazioni in merito.

Cristiano Comelli

Articolo precedenteDairago, l’oratorio cerca ‘forze giovani’: FATEVI AVANTI RAGAZZI!
Articolo successivoIn Piemonte restano 570 passaggi a livello: verso l’eliminazione di quelli tra Novara e Biella