Arluno non cambia. Confermato Agolli. Ma Alfieri sfiora il colpaccio

132

ARLUNO – Arluno non cambia. Da Moreno Agolli usciva e da Moreno Agolli riparte. Il candidato sindaco della lista “Solidarietà e progresso” si è confermato sulla poltrona più alta del comune conquistando 2164 voti pari al 34,54 per cento. Alle sue spalle si sono piazzati Luigi Alfieri (Lega Salvini, Forza Italia e Fratelli d’Italia) con 2125 (33,91), Alfio Colombo (Insieme si può cambiamo Arluno) con 1556 (24,83 ) e Andrea Tosone (Cinquestelle) con 421 (6,72). Cinque anni fa Agolli si impose con 3390 voti davanti a Filippo Di Benedetto (Arluno Si), Andrea Tosone (Cinquestelle) e Sara Gambini (Ara Lunae). In discesa il numero dei votanti che sono passati dai 6542 del 2014 ai 6444 del 2019 ovvero dal 71,61 al 68,66 per cento. Ad Arluno il governo della città si muove quindi in perfetta continuità.

Cristiano Comelli

Articolo precedenteA San Vittore Olona il ritorno dei ‘Civici’. Vince Daniela Maria Rossi
Articolo successivoA Mesero il miracolo del ‘dandy’ Davide Garavaglia. Cade l’ultima enclave rossa del territorio