“Aridaje”….arriva la Milano Torino e la Calati regala un altro giorno di vacanza agli studenti magentini…..(ma non a tutti)

208

Niente vacanza supplementare per chi frequenta una scuola fuori dal centro storico e nelle frazioni. Così va in scena l’ennesimo (ultimo?) pasticcio….dell’Amministrazione Calati

MAGENTA –  Come volevasi dimostrare quando arriva la Milano Torino per molti studenti magentini significa vacanza. Stavolta, però, lo dobbiamo ammettere, l’Amministrazione si è impegnata ed è riuscita, quanto meno, a limitare la chiusura ai plessi scolastici che insistono nel centro storico di Magenta. Per tutti gli altri istituti, invece, mercoledì 16 marzo sarà un normale giorno di scuola. A questo punto, però, come diceva quel tale sorgono spontanee una serie di domande:

In primo luogo, ci piacerebbe capire come mai questo sforzo sulla viabilità sia stato fatto solo in occasione di questa Milano Torino. Trattasi della prova provata che se è stato fatto stavolta si poteva anche nelle passate edizioni, con un minimo di sforzo di creatività…. e come si dice a Magenta “cacciandosela” un po’ (dandosi da fare). Di sicuro la soluzione chiudiamo tutto è quella più comoda e più facile;

La seconda questione: posto che ad ogni modo si fanno “figli e figliastri” con questa chiusura a zone,  veniamo al tema più di sostanza:  ma un progetto didattico legato alla Milano Torino proprio non si poteva mettere in piedi con le scuole?

Lo chiediamo da tempo immemore, ma senza risposta al Signor Sindaco ma come sempre il risultato è pari a zero (a meno che non sia stato ancora comunicato ma ne dubitiamo fortemente….).

Eppure visto che la scorsa MI TO  è andata in scena all’inizio di quest’anno scolastico, c’era tutto il tempo per programmare un coinvolgimento fattivo delle scolaresche….e non si prenda il Covid come alibi per tutte le stagioni. 

Così come per l’anno precedente….. E invece zero al quoto. Gli spunti didattici, legati alla storia della gara, piuttosto che di natura artistica con disegni che raffigurano il legame tra la ‘Città della Battaglia’ e il percorso che porta nella vecchia capitale sabauda, si sarebbero potuti trovare eccome.

Bastava, come detto, mettersi a cercarli….

Ma ovviamente meglio prendere il contenitore già preconfezionato da RCS e mandare in scena il solito spartito con qualche selfie di contorno che durerà il tempo di un like sui social ….

F.V.

 

 

 

 

MAGENTA – In vista della partenza della Milano-Torino, una delle grandi classiche del ciclismo, prevista per mercoledì 16 marzo alle ore 11.35 da piazza Liberazione, è stato predisposto un piano di chiusura delle strade cittadine per garantire il transito in sicurezza dei 161 ciclisti.
Inoltre, dato l’afflusso di pubblico previsto lungo tutto il percorso e visto il grande richiamo
di una gara così prestigiosa, al fine di garantire le condizioni di sicurezza per i residenti, gli
atleti e il pubblico per la giornata di mercoledì 16 marzo è stata disposta la chiusura di
alcuni plessi scolastici.
Percorso cittadino e indicazioni viabilistiche
L’arrivo dei ciclisti e delle auto al seguito è previsto in prima mattinata in piazza del
Mercato, da qui, a partire dalle ore 8, le diverse squadre di ciclisti si sposteranno al punto
di ritrovo in piazza Liberazione passando per via S. Caterina, via S. Crescenzia e via
Garibaldi.
Dopo un giro cittadino di 2500 metri. per via Roma, via Novara, via Monviso, via
Leopardi, corso Italia e via De Medici, i ciclisti si porteranno al chilometro 0, posto sulla SS11 al confine con Boffalora, dove alle ore 11.45 partirà la gara vera e propria.

Il piano di chiusura delle strade cittadine per garantire il transito in sicurezza dei ciclisti:
 Piazza Liberazione sarà interdetta totalmente al transito;
 piazza Vittorio Veneto e Via S. Biagio saranno chiuse al traffico con divieto di sosta
e rimozione forzata;
 Sui percorsi interessati alla manifestazione, verrà disposto il divieto di sosta su
ambo i lati con rimozione forzata nonché il divieto di circolazione almeno due ore
prima dell’inizio (salvo diversa determinazione degli organi di Pubblica Sicurezza);
La chiusura delle scuole
Si prevede un afflusso di pubblico nel luogo della partenza della gara ciclistica e lungo il
percorso già dalle prime ore della mattinata e, considerato il rilevante impatto dell’evento,
al fine di garantire le imprescindibili condizioni di sicurezza per i residenti, per gli sportivi e
i loro accompagnatori, nonché per il pubblico nella giornata di mercoledì 16 marzo con
Ordinanza sindacale è stata disposta dei sotto indicati plessi scolastici:
 Scuola Primaria Statale Santa Caterina;
 Scuola dell’Infanzia Statale Fornaroli;
 Scuola dell’Infanzia Paritaria Associazione Scuole Materne di Magenta – Plesso
Giacobbe;
 Scuola dell’Infanzia Paritaria Madre Anna Terzaghi;
 Scuola Primaria Paritaria Madre Anna Terzaghi;
 Scuola Secondaria di I grado Madre Anna Terzaghi;
 C.F.P ENAC Canossa;
 IPSIA Leonardo da Vinci;
 C.F.P Enaip.
Chiusure e prescrizioni viabilistiche saranno rese note a mezzo della consueta segnaletica
stradale.

 

Articolo precedente+++ Lavoro/Delivery Sezamo sbarca a Milano: subito 200 assunzioni entro fine anno +++
Articolo successivo“Io sto con Magenta, Io sto con Silvia”, parte la nuova fase della campagna di Progetto Magenta