Area ex Saffa: progetto d’infrastruttura di coesione sociale

    147

    MAGENTA – Appuntamento di grande rilievo martedì 11 aprile in Sala Consiliare. Sarà sottoscritto il protocollo di intesa per la riqualificazione e lo sviluppo dell’area dimessa ex Saffa che sarà oggetto di un intervento che la qualificherà come infrastruttura di coesione sociale.

    Una serata importante durante la quale sarà presentato il progetto di recupero che vede coinvolti, insieme al Comune di Magenta e alla Proprietà Red.Im Srl, alcuni partner importanti, il Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo Da Vinci, il Gruppo Guerra, Società Umanitaria e Cooperativa Atelier.

    Le infrastrutture di coesione sociale sono un format immobiliare che attraverso la realizzazione di abitazioni, servizi alla persona e strutture sociali e sanitarie punta a creare veri e propri centri di aggregazione intergenerazionale dove i protagonisti siano l’uomo e la comunità. Alla serata interverranno, insieme al Marco Invernizzi, Emanuela Maria Conti, Legale Rappresentante Red.Im Srl, Fiorenzo Galli, Direttore Generale Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, William Guerra, Amministratore Gruppo Guerra srl e Responsabile Sviluppo Format Civitas Vitae, Piero Amos Nannini, Presidente Società Umanitaria e Cooperativa Atelier, Giuseppe Oreste Pozzi, Amministratore e Direttore clinico Atelier.

    Articolo precedenteAbbiategrasso, continua diaspora: Zyme balla (e corre) da sola. Matarazzo verso la rinuncia?
    Articolo successivoDomani l’Assessore Gallera in visita agli ospedali del territorio