“Artistinsieme”: un progetto che unisce

Condividi questo ArticoloShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this page

ARCONATE – Un progetto artistico finalizzato ad una maggiore apertura al territorio e alla sensibilizzazione dei bambini al mondo della disabilità. E’ “Artistinsieme” l’iniziativa del Gruppo Fondazione Mantovani Sodalitas con i C.D.D. di Busto Garolfo e Castano Primo e la RSD (Residenza Sanitaria per disabili) di Arconate e con il coinvolgimento della Scuola Primaria del paese.
Martedì mattina, nella cornice della ‘Casa Azzurra’, il taglio del nastro della mostra con la presentazione dei lavori artistici realizzati a più mani nel corso dell’anno scolastico.
Accanto al Direttore della Fondazione Mantovani Onlus Michele Franceschina, numerosi ospiti, a partire dal Vice Presidente e Assessore alla Salute di Regione Lombardia Mario Mantovani.
Il fondatore di questa realtà – divenuta punto di riferimento nella cura e nell’assistenza ai soggetti più fragili in tutto il territorio del Nord Ovest Milano e della Brianza – ha applaudito a questa iniziativa “che – ha evidenziato – dimostra una volta di più, come Regione Lombardia sia vicina a chi si trova in una situazione di bisogno”. Dopodiché, l’Assessore alla Salute ha espresso parole di ringraziamento per le insegnanti, per gli educatori e per tutto il personale della RSD che hanno accompagnato i ragazzi in questo progetto. “Un bellissimo percorso educativo che cresce di anno in anno”.
Alla cerimonia di inaugurazione sono intervenuti gli alunni delle due classi quinte e della classe terza della primaria di Arconate che con una delle loro opere esposte – la riproduzione dell’Albero della Vita con materiale riciclato, precisamente, si tratta di cialde di caffè – hanno partecipato al concorso per le scuole ‘Express0 di caffè’ ottenendo il primo posto a livello provinciale e il secondo in tutta la Lombardia.
“L’amicizia, l’impegno a non lasciare mai indietro nessuno – ha commentato il Direttore Michele Franceschina – sono i valori che da sempre caratterizzano la nostra attività. Questo progetto, che tra l’altro ha colto risultati così importanti, sposa in pieno la filosofia della nostra ‘Casa Azzurra’ aperta al territorio e pienamente integrata nel suo tessuto sociale”.
Marina Gerini, direttore sociale dell’ASL Milano 1 ha quindi rimarcato l’importanza di unire i valori della solidarietà a quelli dell’educazione. “Questa rassegna artistica – ha osservato – ci dimostra come lavorando insieme si possa rispondere meglio ai bisogni delle nostre comunità”. Presente anche il parroco don Ferdinando a sottolineare il legame forte e costante tra RSD e Parrocchia.
La direttrice della struttura Gabriella Calloni ha poi ricordato come questo progetto avviato quattro anni fa continui a dare soddisfazioni. “Un’esperienza bellissima a livello umano ed educativo – ha proseguito – è stata per tutti una sfida ma l’abbiamo vinta. Questa è la dimostrazione di come le diversità possano essere superate insieme”.
Le docenti dell’Istituto Omnicomprensivo hanno, infine, spiegato nel dettaglio i contenuti delle opere esposte, tutte ispirate allo slogan di EXPO 2015 ‘Nutrire il pianeta, energie per la vita’. I temi dell’alimentazione – con l’utilizzo spesso degli stessi prodotti alimentari per dipingere come nel caso del succo di fragola o del caffè in polvere – nonché, quelli del riciclo sono il tratto distintivo dei lavori, frutto della creatività dei loro autori. “Ma al di là dell’esito finale, certamente molto soddisfacente – hanno concluso le insegnanti – fondamentali sono state le relazioni di affetto e amicizia che si sono instaurate nel corso di questi mesi e che proseguono ancora oggi”.DSC_0734
*La mostra sarà visitabile sino a domenica 31 maggio nei seguenti orari: al mattino dalle 10 alle 12 e al pomeriggio dalle 16,30 alle 18,30.

(*FONTE: COMUNICATO STAMPA)

Redazione
di Redazione Ticino Notizie

Potrebbe interessarti