Apri la porta a Magenta e ti ritrovi a New York: nel nuovo Dolce Vita, (people) want magic

282

 

MAGENTA –  Andare in giro per locali a New York è un’esperienza da non perdere durante un viaggio nella Grande Mela. La vita notturna newyorkese non si ferma praticamente mai.  E così tra bar, enoteche, discoteche e club, passare la serata in tranquillità diventa una vera sfida.

Che sfida (positiva), quella lanciata da Amanda, Stefano e Valentina,  tre magentini che negli ultimi anni hanno accettato la scommessa di rilanciare il bar al piano terra del fu Plaza Center, ora divenuto Dolce Vita.

Dopo la chiusura per lavori nel mese di gennaio, settimane fa il locale di piazza Liberazione si è ripresentato al proprio pubblico (e non solo) colpendo l’occhio all’istante per la ricercatezza degli arredi, l’illuminazione policroma, i legni pregiati che adornano ingresso e conducono ai tavoli, o meglio alle diverse zone con cui i progettisti hanno re-ideato spazi che si adattano ai momenti della giornata, da miscelare come un cocktail (l’occhio alla mixology di qualità appare evidente, basta avere un ‘occhio’ attento).

Sono stati insomma effettuati dei lavori (importanti) che hanno dato ulteriore carattere al Dolce Vita, ad esattamente 5 anni dalla prima apertura. Micro zone di cui sopra e spazi che lo rendono poliedrico e funzionale, adatto ad ogni ora, dalla colazione all’after dinner. Sfaccettature molteplici tradotte nelle scelte dell’architettura interna: il Dolce Vita ‘2.0’ è insomma adatto a diventare un salotto modulabile secondo i propri desideri. Ci si può andare senza sapere esattamente cosa voler fare, scoprendolo o decidendolo al momento.

Dopo un’inaugurazione davvero glamour (tratto distintivo di uno dei due autori di questo pezzo, anzi dell’una.. ndr),  capace di riportare gioia dopo la pandemia, adesso il Dolce Vita è pronto ad alzare l’asticella dell’offerta magentina di food & drink.

Le colazioni, i pranzi di lavoro o non solo, le scansioni temporali pomeridiane, gli aperitivi, un nuovo spazio dedicato alla cena ( con lo sviluppo di una cucina che gioca a stuzzicare il palato con leggerezza mai scissa dalla sapidità, capace soprattutto di strutturare un’offerta che non si trova in altri locali di Magenta; il tutto abbinato a una scelta di vini e distillati che sta diventando sempre più importante).

Fuck normal, I want magic; un monito, un suggerimento, una carica di energia ed una ventata di positività. 

Per la nostra Emanuela Arcidiacono (qui sta scrivendo il co-autore..) l’ideale per concedersi qualcosa di magico ed unico, che riporta (volutamente) ad una chiusura di questo pezzo legata alle righe di apertura: apri la porta mentre sei a Magenta, fai due brevi passi e ti addentri tra le mille luci della Grande Mela. Fuck normal, I want magic.. Ma per davvero.

Dolce Vita- piazza Liberazione 10

 02 3944 7262

https://www.facebook.com/dolcevitamagenta

 

Emanuela Arcidiacono        Fabrizio Provera

 

 

Articolo precedente+Caritas Ambrosiana, 930 famiglie pronte ad accogliere i profughi ucraini
Articolo successivo+Ndrangheta al mercato ortofrutticolo di Milano e nell’hinterland: sequestro da 1 milione ai Piromalli