Ancora sull’incidente alla scuola di via Boccaccio a Magenta. L’Assessore Chiodini: ‘Facciamo un po’ di chiarezza’

L'Amministrazione dopo aver preteso dall'azienda di trasporti la relazione con l'esatta dinamica del sinistro, ricostruisce la dinamica dei fatti di quell'ormai "famoso" primo dicembre. "Siamo stati informati da un familiare delle ragazze finite in Pronto Soccorso"

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

“In merito all’episodio occorso lo scorso 1 dicembre durante il servizio di trasporto degli studenti della scuola secondaria di primo grado IV Giugno di Pontevecchio, temporaneamente ospitata nella sede di Via Boccaccio, occorre fare un po’ di chiarezza a seguito di versioni inesatte comparse sulla stampa locale e sui social”. 

Così interviene l’Assessore all’Educazione Giampiero Chiodini che precisa come “Il Comune sia venuto a conoscenza dell’episodio che ha coinvolto delle studentesse non dalla ditta di trasporti né dalla cooperativa che effettua assistenza a bordo né dalla scuola, bensì da un familiare delle ragazze che ha telefonato al mio Assessorato per chiedere se fossimo informati di un episodio per il quale delle studentesse fossero finite al pronto soccorso. Da lì l’ufficio educazione si è immediatamente attivato con tutte le realtà coinvolte per capire l’accaduto”.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner