NewsPolitica

Ancora sul Cral Novaceta, NCD: “Maggioranza vittima di steccati ideologici”

MAGENTA, RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA NDC – Rocco e LamiLa mozione che abbiamo presentato in Consiglio Comunale a proposito dell’area CRAL Novaceta e che era stata ampiamente concordata con i rappresentanti del Movimento Popolare Dignità e Lavoro non è stata votata dalla maggioranza di centro-sinistra sulla base di steccati ideologici di vecchia data e soprattutto, con motivazioni che hanno chiaramente indicato come questa maggioranza non solo non conosce il problema di quelle aree, ma non se ne vuole occupare.
A nome del Nuovo Centro Destra abbiamo presentato una mozione che chiedeva la trasformazione dell’area CRAL Novaceta in parco pubblico da far gestire direttamente alle persone che si riconoscono nel Movimento. Significava recuperare un’area per una finalità importante e forse, creare anche qualche posto di lavoro attraverso la gestione diretta di quell’area da parte degli aderenti al Movimento Popolare Dignità e Lavoro cui va il grosso merito di questo lavoro di recupero.
Durante il consiglio comunale, la maggioranza non vuole votare la mozione che ha l’unico difetto di essere stata preparata dal Nuovo Centro Destra. Spiace constatare che in questo caso, sono prevalse logiche vecchie rispetto al bene della città: la maggioranza di sinistra non vuole votare un testo presentato dal centro-destra. E propone un emendamento che stravolge la mozione originale anche sulla scorta di alcune informazioni errate espresse in aula.
Ci piace qui ricordare il voto all’unanimità del Consiglio Comunale – per ben due volte – durante l’amministrazione Del Gobbo sul testo di due mozioni che impegnavano il Consiglio Comunale a mantenere la destinazione dell’intera area ex Novaceta. In entrambi i casi l’iniziativa era partita dai consiglieri di opposizione e la mozione era stata votata da tutto il consiglio comunale che, evidentemente, sapeva mettere il bene della città al di sopra di ogni cosa.
La maggioranza di oggi lascia al consigliere di Rifondazione Comunista il compito di presentare un emendamento che stravolge il testo della mozione da noi presentata e che, soprattutto, si scontra con gli interessi della città e del Movimento. Basti pensare che il consigliere Vulcano propone nell’emendamento che verrà poi votato dai soli consiglieri di maggioranza che la gestione dell’eventuale area CRAL recuperata sia affidata mediante una gara!
Infine, spiace constatare che nessun esponente del Partito Democratico, neanche il capogruppo, è intervenuto durante il dibattito in aula né durante le dichiarazioni di voto. Per non parlare del silenzio imbarazzante del sindaco su tutta questa vicenda che si conclude con una mozione votata dalla sola maggioranza e che appare, oggi, di fatto inutile rispetto alle reali esigenze della città”.

*Rocco Morabito-Giovanni Lami

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi