Anche “Noi con l’Italia” fa quadrato con il Carroccio

    86

    RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO  – In seguito all’intervista a un giornale locale in cui due ragazzi pakistani accusano di voto di scambio il vicesindaco Simone Gelli e la capogruppo leghista Stefania Bonfiglio, tutto il gruppo di Noi con l’Italia, il capogruppo Massimo Peri, il consigliere Cristiano Del Gobbo e l’assessore Rocco Morabito esprimono sincera solidarietà a Simone, Stefania e alla Lega di Magenta per questa ignobile accusa.

    Queste notizie date in modo sommario esprimono infondatezza e creano soprattutto disinformazione e tensione sociale. “Ci auguriamo che la vicenda si risolva nelle sedi opportune – afferma il capogruppo Massimo Peri – e siamo certi della assoluta infondatezza della notizia e dell’integrità del nostro alleato la Lega nella persona di Simone Gelli e Stefania Bonfiglio. Ci dissociamo inoltre da qualsiasi speculazione e strumentalizzazione politica di questo caso col fine di denigrare ingiustamente persone e ci auguriamo, per una buona convivenza civile, che lo facciano tutti gli altri partiti.”

    Articolo precedenteDel Gobbo e il caso “Moschea”: “Altra scivolata del PD, un autogol clamoroso”
    Articolo successivoMagenta, il dubbio degli islamici: “Ci negano lo spazio per pregare. Mancano i soldi o è una volontà politica?”