Anche il Codacons contro la discarica di Casorezzo-Busto

207

 

CASOREZZO   “Una situazione strana e poco chiara quella relativa alla possibilità di installare discariche di rifiuti speciali all’interno dei parchi naturali e nelle aree sotto tutela ambientale. Nello specifico stiamo parlando del parco locale di interesse sovracomunale del Roccolo, tra Casorezzo e Busto Garolfo.

Tutto ciò nel mentre a maggio di quest’anno il TAR aveva respinto il progetto che prevedeva l’avvio della costruzione della discarica ma ad inizio luglio, a prescindere, Città Metropolitana di Milano provvedeva a rinnovare le autorizzazioni. Secondo la sentenza in quell’area verde di pregio ecologico e ambientale, discariche così non si possono realizzare”. Lo denuncia il Codacons in una nota.

“Ci stiamo chiedendo in che modo l’amministrazione pubblica tuteli l’ambiente, se questo è il modus operandi che hanno di procedere a progetti che sembrano difficilmente sostenibili – afferma il Presidente Nazionale del Codacons, Marco Donzelli – quali tutele per l’ambiente? Davvero qualcuno nella nostra Regione sta agendo per tutelare il verde pubblico, oppure si spendono solamente parole vuote e poi nei fatti si procede al contrario? Vorremmo vederci chiaro ed interpellare anche la Corte dei Conti, per verificare questo progetto dal punto di vista della spesa pubblica”.

Articolo precedenteBoffalora sopra Ticino: recuperato dalle acque del Naviglio Grande il corpo di un uomo senza vita
Articolo successivoFerragosto, l’arcivescovo Delpini a pranzo coi senza tetto