Anche Cuggiono rende omaggio a Fabrizio De Andrè: appuntamento sabato 22

    125

     

     

    CUGGIONO –  Nel ricordo di FABRIZIO… Venti anni fa questo grande poeta ci lasciava. Anche Cuggiono, nei giorni in cui si svolgerà la festa del Solstizio d’Estate, si accinge a ricordare Fabrizio De Andrè.

    Aveva cantato, con un linguaggio tanto poetico, quanto diretto e tragico, sentimenti e personaggi che l’Italia di allora, e forse anche quella di oggi, voleva lasciare nel buio dei vicoli: gli ultimi, le prostitute, la meschinità di una vita dedicata all’omologazione con la maggioranza, l’ipocrisia di un’etica solo formale ed etero diretta.

    In quello che lui stesso ha reputato il suo miglior lavoro l’album La buona novella, aveva voluto ricordare quel Gesù di Nazareth “che la guerra ci insegnò a disertare”, aveva trattato in versi folgoranti il rapporto dell’individuo col potere…

    Nella serata del 22 giugno lo ricorderanno le sue canzoni eseguite da “Renato Franchi e l’orchestrina del suonatore Jones” , e da Sandro Tinti e Matteo Dedei.

    Interverrà Paolo Finzi, suo amico storico, curatore della raccolta di interviste edite nel volume “Che non ci sono poteri buoni” che porterà la sua testimonianza in ricordo del grande cantautore genovese.

    Si comincia alle 21.30 in villa Annoni.

    Articolo precedenteVideosorveglianza negli asili, via al bando regionale: per Milano e area metropolitana 214mila euro
    Articolo successivoBanda di ladri che colpiva i camion tra Milano e Torino sgominata dalla Polizia di Novara