Cultura/Tempo Libero

“Amore & desiderio” : dalla Tate Britain, i Preraffaelliti a Palazzo Reale, sino al 6 ottobre

L'estate è propizia per annegare nelle atmosfere melliflue dei ribelli estetici della Gran Bretagna del 1848

mostra pre-raffaelliti milano 2019Le opere dei Preraffaelliti potranno essere ammirate per la prima volta a Milano grazie al progetto di collaborazione tra Palazzo Reale e Tate Britain, che conserva ed espone i più importanti capolavori del movimento artistico britannico.

Millais, Rossetti, Hunt, Brown, Hughes, Brett, Morris, Burne-Jones, Waterhouse… quella accolita di estetici che nel 1848, in piena epoca vittoriana, fondò la Confraternita dei Preraffaelliti. Epigono decadente del romanticismo ormai affermato, come sempre nella storia dell’arte, si proponevano una qualche ribellione stilistica e contenutistica rispetto all’arte istituzionalizzata dalle accademie. La letteratura era stata già scossa dalla stella (per alcuni infernale) di Oscar Wilde, ed ecco che l’estetismo ed il paradigma di fusione tra vita, arte e bellezza viene raccolto da questo gruppetto di talenti. Fuggendo dai temi positivistici del vittorianesimo, ci si rifugia in un tempo sospeso e nostalgico, con richiami ad un tempo medioevale, ad una natura selvatica (benché molto addomesticata alla maniera), fantasie fiabesche non raramente tratte dall’immaginario shakesperiano e dantesco. Sentimenti umbratili, fusione col paesaggio… allontanarsi dalla grazia formale dell’arte dopo Raffaello Sanzio (di qui “pre-raffaelitismo”) per immergersi nel simbolismo ed in anguste atmosfere. I pre-raffaelliti, sostenuti dal critico John Ruskin, furono anche poeti e ricollegano il circuito dell’arte decadentista europea alla Gran Bretagna. Mostra Pre-raffaelliti Milano 2019, Hughes

“Preraffaelliti. Amore e desiderio” è promossa e prodotta dal Comune di Milano|Cultura, Palazzo Reale e 24 ORE Cultura-Gruppo 24 ORE, ed organizzata in collaborazione con Tate Britain. Curata da Carol Jacobi, (Curator of British Art, 1850 – 1915 di Tate Britain) la mostra si avvale anche del contributo scientifico di Maria Teresa Benedetti, in relazione al rapporto dei Preraffaelliti con l’Italia. I due esperti sono anche i curatori dell’immancabile e prezioso catalogo edito da 24OreEdizioni .

Aperta al pubblico dal 19 giugno al 6 ottobre 2019, l’esposizione rivela tutta la complessa poetica di questo movimento grazie alle opere di 18 artisti preraffaelliti articolate in sezioni tematiche, al fine di esplorare meglio gli obiettivi e gli ideali del movimento, gli stili dei vari artisti, l’importanza dell’elemento grafico e lo spirito di collaborazione che, nell’ambito delle arti applicate, fu un elemento fondamentale del movimento preraffaellita.

Nel percorso, dipinti iconici della corrente artistica: dall’”Ofelia” di John Everett Millais alle affascinanti donne dai capelli rossi di Dante Gabriel Rossetti (“Monna Vanna”“Aurelia. L’amante di Fazio”); dalle scene medioevali come “Il sogno di Dante alla morte di Beatrice” (sempre di Rossetti) fino a evocazioni fantastiche come l’incantato incedere sul fiume di “La Dama di Shalott” di John William Waterhouse.

Ad accompagnare l’apertura della mostra per tre serate saranno i Tableaux Vivants ad introdurre nell’atmosfera onirica degli artisti grazie al lavoro della compagnia Teatri 35, già protagonisti di una lavoro su Caravaggio molto apprezzato lo scorso anno.Mostra Pre-raffaelliti Milano 2019, Sujet

I TABLEAUX VIVANTS

Nelle serate di martedì 18, mercoledì 19 e giovedì 20 giugno, l’arte preraffaellita “uscirà” dalle sale della mostra per trasformarsi in piazzetta Reale in una vera e propria rappresentazione teatrale: uno spettacolo della durata di mezz’ora, a cura della compagnia “Teatri 35”, che farà rivivere le scene di alcuni dipinti grazie a sei attori che, muovendosi tra panneggi e stoffe, musica e luci accuratamente ricostruite, daranno vita ai quadri esposti in mostra. Un modo diverso, e nuovo, per avvicinare all’arte preraffaellita in maniera non convenzionale.

PARTNER PRESTIGIOSI

Sponsor di questa mostra sono partner prestigiosi (per saperne di più andate a visitare il sito) tra i quali citiamo LaRinascente di Milano, la quale proprio nel 2017  ha festeggiato i 100 anni del suo nome, ideato da Gabriele D’Annunzio, con una mostra a Palazzo Reale, “raccontando così” – come dichiarano dall’ufficio stampa –  “una storia fatta di passione, talento e capacità di visione” .

Non manca un bel programma di visite guidate ed attività per bambini.

INFORMAZIONI 02 54914 E PRENOTAZIONI palazzorealemilano.it|mostrapreraffaelliti.com| ticket24ore.it

CONVENZIONI SPECIALI TRASPORTI

Da segnalare la convenzione tra l’organizzazione della Mostra e Trenitalia, con la possibilità di acquistare due biglietti al prezzo di uno esibendo la propria CartaFreccia ed il biglietto “Freccia” e  con i quali si è raggiunto il Capoluogo milanese (non più di tre giorni prima precedenti l’ingresso).

Uno sconto è previsto anche per gli abbonati Trenordmensili e annuali, potranno accedere all’esposizione dedicata ai capolavori della collezione preraffaellita della Tate di Londra con uno sconto sull’acquisto del biglietto di ingresso, a soli 12 euro anziché 14 euro (per ulteriori info chiedere in biglietteria e sull’app/sito Trenord).

2019©Alessandra Branca
Tag
Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi