Amministrative/Sud Milano: Fusco presenta il candidato sindaco di Opera

112

OPERA –  Il Sindaco Ettore Fusco ha annunciato il suo successore alla guida di Opera. Sarà il suo Vice Antonino Nucera a candidarsi Sindaco il 10 giugno con la squadra di cui Fusco sarà ancora parte attiva come Capolista e poi Vice sindaco in caso di riconferma. Antonino Nucera, candidato Sindaco del centrodestra, è da dieci anni il Vice di Fusco ed ha ricoperto in Giunta anche il ruolo di Assessore all’urbanistica ed all’edilizia pubblica e privata.

“Raccolgo con grande orgoglio questa eredità – commenta a caldo il candidato Sindaco Antonino Nucera – e ringrazio la coalizione per avermi scelto come capitano di un gruppo che dopo dieci anni di lavoro ha ancora voglia di fare e proseguire questo magnifico rapporto che si è creato con gli operesi. Possiamo ancora dare tanto e siamo pronti a rinnovarci, nel segno della continuità, per garantire ai cittadini altri cinque anni di attenzioni e di sviluppo della Città”.

“Siamo la squadra del Sindaco – spiega, infatti, Ettore Fusco, sindaco uscente che non può ricandidarsi – e solo per questa assurda legge che vieta il terzo mandato, che non avrei faticato ad avere dai miei cittadini, abbiamo designato il Vice a ricoprire il ruolo per proseguire in continuità questa buona gestione che ha dato i suoi frutti negli ultimi dieci anni”.

Opera è, in effetti, cresciuta nella considerazione di tutti ed oggi le viene riconosciuto un ruolo di Comune attivo ed all’avanguardia dove vi è una particolare attenzione al benessere dei cittadini ed alla vivibilità della Città. Ed in realtà, al Sindaco Fusco, è da tutti riconosciuto il merito di questa gestione della Comunità che gli è valso il primo mandato e poi la rielezione con grande consenso anche da parte degli elettori più distanti dal suo partito di appartenenza. Essere leghista, infatti, non è costato a Fusco un solo voto, poiché non è mai stata messa in discussione la sua prima preoccupazione che è sempre stata la Città e proprio per questo è stato sempre pronto a scontrarsi, anche con amministrazioni dello stesso colore, per ottenere obbiettivi di interesse per Opera. Ad esempio il raddoppio della Ripamonti e l’opposizione all’inceneritore.

“Abbiamo fatto tanto a Opera, con una squadra di cui il mio Vice sindaco è stato parte attiva – aggiunge Fusco spiegando perché sostenere Nucera – ma ancora molto abbiamo da fare per completare i nostri progetti e non lasciare che la Città torni indietro nelle mani di chi non la ama”.

Nucera, che nella scissione di Forza Italia era passato a Noi con l’Italia, è sostenuto dai partiti del centrodestra Lega, Forza Italia e Noi con l’Italia ma anche da ambientalisti e animalisti che formalizzeranno in questi giorni la propria adesione al progetto ed ai programmi. Alla Squadra del Sindaco, oramai considerata una forza civica, aderiscono anche altri ambienti della cosiddetta società civile e di quella sinistra che nel Partito Democratico non si riconosce, da dieci anni, in questa Città come oramai anche a livello regionale e nazionale. Così come molti elettori penta stellati, non scontenti dell’Amministrazione Fusco, che continueranno a sostenere localmente la Giunta di cui lo stesso Fusco sarà parte attiva.

“Mettendo da parte i singoli partiti, che vengono dopo il valore delle persone, restiamo aperti al dialogo con chiunque volesse correre con noi – conclude Fusco – perché siamo innanzitutto democratici e quindi disposti a collaborare con chi porta idee ed ha voglia di farlo senza interessi particolari, se non la voglia di servire una Città in cui cresce, ogni giorno di più, il fonte senso di appartenenza alla Comunità”.

Articolo precedenteA Robecco di scena il ‘Cabaret Bipolar’ per San Majolo
Articolo successivoA Boffalora sopra Ticino ‘L’acqua per crescere’