+++ Alzheimer: in Italia quasi un milione e mezzo di persone colpite da demenza, nel 2050 saranno oltre 2 milioni e 300 mila +++

223

SALUTE – In Italia vivono attualmente oltre 1.480.000 persone colpite da demenza. Si stima che entro il 2050 saranno oltre 2.300.000, circa 900mila persone in più più avranno quindi bisogno di assistenza e supporto post-diagnostico.

Ad accendere i riflettori sulle demenze in Italia, in occasione dell’XI Mese Mondiale Alzheimer, sono Federazione Alzheimer Italia e Alzheimer’s Disease International, che esortano Governo, istituzioni ed enti di sanità pubblica ad agire tempestivamente per arginare questa emergenza.

“L’Italia è stata uno dei primi paesi ad avere un Piano nazionale sulle demenze, che ha però ricevuto i primi fondi soltanto nel 2021”, dichiara in una nota Gabriella Porro, presidente di Federazione Alzheimer Italia.

Tuttavia, evidenzia Porro, esistono “grandi disparità tra Regioni per quanto riguarda i servizi offerti. È importante che la politica ne prenda atto” ed è “necessario accelerare i lavori per la creazione dei piani demenza regionali e rendere questi piani sostenibili attraverso un potenziamento dei finanziamenti destinati al Piano nazionale demenze, purtroppo ancora insufficienti”.

“Nel 2017, con il Piano Globale di Azione sulla Lotta alla Demenza, tutti i 194 Stati membri dell’Organizzazione mondiale della Sanità si sono impegnati ad attuare misure per raggiungere precisi obiettivi nell’ambito della riduzione del rischio, della diagnosi e assistenza, ricerca e supporto a familiari e caregiver”, ma “finora solo 39 Stati hanno mantenuto la loro promessa”, aggiunge Paola Barbarino, amministratore delegato di Alzheimer’s Disease International.

Per celebrare il XI Mese Mondiale, il 19 settembre, presso l’Istituto dei Ciechi di Milano e in diretta streaming su Facebook, Federazione Alzheimer Italia organizza insieme ad Associazione Alzheimer Milano il convegno gratuito “Lotta allo stigma, qualità della vita: la strada per l’inclusione delle persone con demenza, giovani e anziane”.

Articolo precedenteElezioni: Magenta e Marcallo, nel fine settimana i gazebo di Fratelli d’Italia (con passaggio di Riccardo De Corato)
Articolo successivoI politici su Tik Tok e l’eterno Berlusconi