Altro che immigrazione: l’agenda politica degli Italiani e la sfida (impossibile?) di Matteo Salvini.

122

In un’intervista a Repubblica, il politologo Roberto D’Alimonte ha parlato del “peso elettorale” che avrà l’argomento immigrazione in vista del voto.

 

Se vogliamo riassumere il suo pensiero e andare dritti al punto, basta riportare titolo e sottotitolo dell’articolo in questione.

“Parlare di migranti stavolta non sarà decisivo per il voto”.

e poi…

“Gli italiani hanno altre preoccupazioni. È per questo che i barconi aumentano, ma se ne parla meno”.

 

Concordo con lui quando dice che rimettere al centro del dibattito pubblico il tema degli sbarchi e dell’immigrazione, in questo periodo storico, è una missione impossibile per Salvini.

Chi contribuisce a dettare l’agenda politica?

I media.

Se nei Tg, nei Talk show politici e nei giornali non ne parlano, diventa complicato per chi punta su determinati argomenti.

Anche se insisti fino allo sfinimento.

Per ribaltare le priorità mediatiche e quelle dei cittadini, bisognerebbe davvero assistere a un’invasione senza precedenti.

Un altro argomento che dall’analisi del sentiment scalda poco è quello della Fornero.

 

Sono cavalli di battaglia di Salvini, ma che in questo momento gli elettori (anche i suoi) non considerano prioritari.

Non perché non siano importanti a livello assoluto, ma perché le persone sono condizionate dalle contingenze del momento.

Il caro vita è il tema attuale (e lo sarà per diversi mesi ancora, probabilmente).

Non un tema, ma IL tema.

Il centrodestra sembrerebbe non aver rivali in queste elezioni, ma qualche spostamento (tra schieramenti o all’interno degli stessi) si potrebbe verificare in base a quanto i partiti e i loro leader sapranno proporre soluzioni credibili e rapide per risolvere la principale preoccupazione di oggi.

Queste elezioni si giocano nel presente più che nel futuro.

D’altronde, con il costo attuale delle materie prime e tutte le conseguenze che ciò comporta, difficile ‘distrarre’ gli elettori da certi pensieri.

Pensieri che, immagino, hai anche tu, magari a livello politico.

Spesso le soluzioni sono a portata di mano, talvolta le hai sotto al naso e non te ne accorgi.

Normale, quando sei dentro al problema è difficile avere obiettività e lucidità. Però…..

 

Matteo Spigolon, consulente politico e fondatore di Fabbrica Politica

 

 

Articolo precedenteANCMA: con il piano sulla mobilità ciclistica, l’Italia può sviluppare tutto il suo potenziale
Articolo successivoCovid, 35.004 nuovi casi e 158 morti nelle ultime 24 ore