All’ospedale di Legnano il primo intervento chirurgico ‘sotto ipnosi’

    97

     

    LEGNANO – Ieri, mercoledì 31 luglio, un paziente è stato operato chirurgicamente di “craniotomia” e “evacuazione di ematoma sottodurale” attraverso sedazione ipnotica presso l’Unità Operativa di Neurochirurgia dell’Ospedale di Legnano, diretta dal dr. Roberto Stefini.

    L’utilizzo dell’ipnosi, in sostituzione dell’anestesia, è stata proposta al paziente dopo una preparazione preliminare di tre sessioni per verificare la sua capacità di raggiungere lo stato di “trance”: un elettroencefalogramma eseguito nel corso di queste sedute ha verificato il reale raggiungimento di questo stato.

    Nel corso dell’intervento non è stato somministrato alcun farmaco sedativo; i medici sono ricorsi esclusivamente a una minima infiltrazione di anestesia locale a livello cutaneo dopo averla incisa, a seguito di una sensazione di disagio evidenziata dal viso del paziente attraverso comunicazione non verbale.

    Conclusa l’operazione chirurgica, il paziente è stato immediatamente riportato in reparto in completo relax, riferendo una sensazione di benessere.

    Utilizzare tecniche di induzione ipnotica rappresenta una rivoluzione nel campo dell’anestesiologia moderna e consente di evitare l’utilizzo massivo di farmaci e di ridurre in maniera significativa lo stress correlato all’intervento chirurgico.

    Articolo precedenteL’allarme del Pd di Corbetta, ‘prosegue la trezzanizzazione della statale 11’
    Articolo successivoVaga per Samarate con una balestra, denunciato 50enne di Milano