All’eremo di Santa Caterina del Sasso in barca per scoprire il gioiello del lago Maggiore

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

All’eremo di Santa Caterina del Sasso direttamente in barca. È quanto propone Archeologistics, impresa sociale impegnata nella valorizzazione del patrimonio culturale, per visitare uno dei luoghi più suggestivi della provincia di Varese, un tesoro di storia e arte che sorge abbarbicato su uno strapiombo di roccia sul Lago Maggiore. Venerdì 8 settembre, martedì 12, venerdì 22 e martedì 26 viene proposto un doppio appuntamento (con partenze alle 14.30 e alle 15.30 da Laveno Mombello) per approdare all’eremo dalle acque del lago.

In collaborazione con il Consorzio Motoscafisti Associati del Lago Maggiore infatti, le guide di Archeologistics condurranno i visitatori a un’esperienza unica che oltre ad ammirare l’antico eremo direttamente dal lago, porterà a conoscere la storia e le curiosità che la struttura custodisce da quasi 800 anni.

La tradizione infatti vuole che a dare vita all’eremo di Santa Caterina di Leggiuno (VA) sia stato Alberto Besozzi, un ricco mercante locale che, scampato ad un nubifragio durante la traversata del lago, decise di ritirarsi su quel tratto di costa e condurvi vita da eremita. Fece così costruire nel XII secolo una cappella dedicata a Santa Caterina d’Egitto, attualmente visibile sul fondo della chiesa. Nel corso degli anni, la cappella fu affiancata da altre due chiese: quella di San Nicola e Santa Maria Nova, la cui esistenza è certa a partire dal XIV secolo. Nei secoli la presenza nel monastero dei Domenicani, dei frati del convento milanese di Sant’Ambrogio ad Nemus e dei Carmelitani ha permesso all’eremo di impreziosirsi sempre più con numerosi cicli pittorici che coprono un periodo che va dal XIV al XIX secolo. Oggi l’eremo di Santa Caterina è un luogo magico dove arte e storia si integrano splendidamente in un quadro naturale tra i più suggestivi, quasi una balconata che si protende verso il golfo borromeo, Stresa e le isole.

Il costo è di 22 euro a persona e comprende la navigazione, la visita guidata e il biglietto di ingresso all’eremo di Santa Caterina. La durata è di circa un paio di ore. La partenza è all’imbarcadero di Laveno Mombello, dove durante il periodo natalizio viene esposto il presepe sommerso.

Per informazioni e prenotazioni: bit.ly/eremoinbarca

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner