Allarme siccità: i Consorzi lombardi in campo

    76

    MILANO – Dinnanzi al perdurare di uno stato di emergenza che si va aggravando – la situazione in Lombardia e in tutto il bacino del Po si sta facendo sempre preoccupante con previsioni meteorologiche sfavorevoli – ecco la presa di posizione dei Consorzi di bonifica regionali che, per voce di ANBI Lombardia, chiedono che vengano investiti del problema gli organi competenti al più alto livello, in primis i Ministeri e le Autorità di bacino. Con una nota, a firma del Presidente Alessandro Folli, inviata all’attenzione degli Assessori regionali Viviana Beccalossi (Territorio), Gianni Fava (Agricoltura) e Claudia Terzi (Ambiente), nel dare atto che Regione Lombardia ha affrontato tempestivamente la situazione, i Consorzi richiedono misure concrete da adottare con urgenza qualora l’attuale situazione dovesse perdurare. “Ovunque in Lombardia si registra una significativa carenza idrica rispetto ai fabbisogni irrigui; in molte aree l’irrigazione è stata avviata con largo anticipo, in altre, come nei territori del Garda Chiese e del Mincio, si è addirittura sospesa l’erogazione di risorsa irrigua. Siamo pronti, come Consorzi, a prestare il nostro contributo ma è necessario fare qualcosa subito” ha dichiarato Folli.

    (*fonte: nota stampa di ETV News)

    Articolo precedenteA Milano, sabato e domenica, gli Stati generali dell’informazione
    Articolo successivoDomani, gli RWN in concerto a ‘La Tela’ di Rescaldina