Alla Masseria di Cisliano, da sabato 2, la fiera contadina

    171

     

     

    CISLIANO – All’interno del bene confiscato ‘La Masseria’ di Cisliano, già quartier generale del clan Valle, si sta avviando un bellissimo progetto economico-sociale con al centro il cibo, l’ambiente e i diritti. Il Comune di Cisliano, a cui il bene è affidato ancora in forma transitoria, è parte attiva nella realizzazione della ‘Fiera contadina fuorimercato’ in collaborazione con Ucapte-Caritas di don Massimo Mapelli e con l’Associazione Fuorimercato.

    Tutti i sabati dal 2 giugno prossimo a settembre produttori locali che rispettano il codice etico dell’associazione (produzioni  biologiche a filiera corta e a garanzia partecipata, senza utilizzo quindi di Ogm e pesticidi, con pagamento a contratto di chi lavora, contro i diktat delle agromafie che controllano gran parte del mercato) saranno presenti alla Libera Masseria di via Cusago 2: in programma degustazioni, dibattiti, laboratori ed eventi culturali.

    Sabato 2 giugno dalle 9.30 alle 17 bancarelle dei produttori; alle 10.30 laboratori per la produzione del pane e delle orecchiette; alle 13 pranzo a 10 euro con i prodotti presenti .

    Comune di Cisliano, Ucapte – Caritas

    Articolo precedenteMatteo Salvini, giovedì ore 9, al mercato di Bareggio
    Articolo successivoCorbetta, una coppia di giovani fa ripartire il Pasquee (2.0)