Alla Ginibissa di Abbiategrasso si ‘consolida’ l’unione tra Finiguerra e Alberto Gornati

    93

    L’ex presidente del Consiglio comunale di Forza Italia autentica le firme di Cambiamo Abbiategrasso nell’evento di sabato pomeriggio

     

    ABBIATEGRASSO – Dopo la presenza all’evento della salumeria Meloni di venerdì sera, la neonata ed inattesa ‘alleanza’ tra Domenico Finiguerra e Alberto Gornati si consolida, e ieri pomeriggio è stata suggellata alla cascina Ginibissa, tra Bià e Cassinetta, dove Finiguerra è stato sindaco dal 2002 al 2012.

    L’ex presidente del Consiglio comunale, in Forza Italia da molti anni (nel 2012 venne invece eletto come indipendente nel Pdl), ha voluto autenticare le firme a sostegno di Cambiamo Abbiategrasso: la legge prevede infatti che possano farlo un consigliere comunale in carica o un notaio.

    L’evento di Cambiamo era orientato a raccogliere pareri, idee e proposte dagli agricoltori abbiatensi, oltre a chiedere il completamento della pista ciclabile Cassinetta-Abbiategrasso. 

    Ma il dato politico che suscita scalpore, come Ticino Notizie ormai scrive da tempo, è l’apertura di Finiguerra a mondi nuovi, ad orizzonti diversi rispetto a quelli del passato. Un Finiguerra che dialoga col mondo dell’impresa, del commercio, della produzione. Una ricerca di nuovo posizionamento, aggressiva sotto il profilo della comunicazione. Pagherà? Nei corridoi della politica, i senatori sembrano orientati a dire sì. Vedremo..

    Ora, dopo la presentazione dei nomi che comporranno la lista di Cambiamo Abbiategrasso, si attende la formalizzazione della compagine di Abbiategrasso Bene Comune, che sosterrà anch’essa la corsa a sindaco di Finiguerra.

     

     

    Articolo precedenteTutti pazzi per i tulipani di Cornaredo. Il nostro reportage
    Articolo successivoAlla riscoperta di in un grande cronista: Giorgio Pisanò, vent’anni fa venne a Robecchetto a presentare ‘Gli ultimi cinque secondi di Mussolini’