Albertini in campo con Azione a Milano? Solo se capolista…

135

 

MILANO  Senza la garanzia di essere capolista nella sua città, Gabriele Albertini potrebbe sfilarsi dalla corsa da candidato di Azione-Italia Viva-Calenda per le elezioni politiche del prossimo 25 settembre. A quanto apprende l’Adnkronos, l’ex sindaco milanese non accetterebbe di essere sacrificato alla causa del ‘Terzo Polo’, in favore dell’ex ministro Enrico Costa, attuale vicesegretario di Azione.

Per Calenda si tratta di scegliere tra le due cosiddette ‘alternative del diavolo’, rappresentate da ‘visione’ e ‘gestione’. In altri termini, a Milano Albertini potrebbe attrarre molti voti dal centrodestra e dal bacino dell’astensionismo. Schierando Costa, però, che è originario di Cuneo, oltre a mortificare il territorio e a non riconoscere il gradimento di molta parte della città per il ‘sindaco del buon ricordo’, si rischierebbe di prendere meno voti, ma si metterebbe al sicuro il gruppo dirigente del partito. Una scelta certamente non facile per il leader di Azione. A questo punto non resta che attendere le liste per capire dove a favore di quale delle due alternative si sarà orientata la scelta di Calenda.

Articolo precedenteMagenta, diventare soccorritore in ambulanza con Inter Sos: aperte le iscrizioni
Articolo successivoCaro bollette (della luce): come reagire.. e risparmiare?