Albairate, asilo nido comunale: indagine positiva

    142

    ALBAIRATE – L’asilo nido di Albairate è una struttura moderna, funzionale e di elevata qualità, che può ospitare un massimo di 30 bambini dai tre mesi ai tre anni e che soddisfa ampiamente le esigenze delle famiglie come dimostrano i risultati di un sondaggio. È aperto dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 18.00, da settembre a luglio, per un totale di 47 settimane nell’anno educativo. «Il nido è un fiore all’occhiello di questa Amministrazione che garantisce ai bambini un adeguato percorso di sviluppo grazie a personale qualificato e progetti educativi di eccellenza. – afferma il sindaco Giovanni Pioltini –  È un’agenzia educativa di sostegno alle famiglie, un luogo sereno e stimolante per la crescita affettiva, cognitiva e sociale dei bambini. Lo spazio è pensato sia per favorire la socializzazione e la comunicazione che per soddisfare le esigenze individuali. L’ambiente è organizzato in angoli specifici, dove si svolgono diverse attività (l’angolo del travestimento, l’angolo della lettura, l’angolo dei travasi, l’angolo del pasticcio, l’angolo psicomotorio) ed è disponibile per i bimbi un ampio giardino attrezzato per giocare all’aria aperta quando le condizioni atmosferiche lo permettono. L’esperienza educativa che una famiglia vive al nido è molto intensa: lì si impara a lasciarsi, a fare delle cose in autonomia, per poi incontrarsi nuovamente e riscoprirsi un po’ diversi, un po’ cresciuti, sia come bimbi sia come genitori».

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    La gestione ordinaria, tramite gara d’appalto, è stata affidata in concessione alla società Sodexo e al suo personale qualificato: la responsabile e supervisore Paola Madona, la coordinatrice Nadia Marchi e quattro educatrici. Aumenta la qualità del servizio offerto la presenza di una cuoca dedicata che prepara in loco pasti adeguati ai piccoli ospiti. Nel corso dell’anno vengono programmati colloqui educativi individuali con i genitori ed è inoltre disponibile, su prenotazione, lo “sportello ascolto” per consulenze pedagogiche.

    Nel corso dell’anno l’asilo nido è teatro di diversi eventi e occasioni di incontro, come per esempio, la festa che si è svolta lo scorso 16 giugno, alla quale hanno partecipato i bambini con le loro famiglie, allietata dal Corpo Musicale Albairatese e con la partecipazione del sindaco in rappresentanza dell’Amministrazione.

    Le tariffe sono calcolate per ciascun frequentante secondo la certificazione ISEE (cosiddetto redditometro). La retta comprende pannolini, mensa, merende, materiale igienico sanitario e servizio di lavanderia per pulire direttamente presso il nidobavaglie e lenzuola.

    Sul bilancio dell’Amministrazione comunale, per l’abbattimento del costo di frequenza di ogni bambino e con l’applicazione del suddetto sistema di calcolo rette, è stanziato un apposito fondo, che, per gli ultimi anni educativi, è stato di circa 80.000,00 euro all’anno.

    A partire dall’anno educativo 2016/2017, inoltre, l’Amministrazione comunale ha aderito alla misura “Nidi gratis”, promossa da Regione Lombardia. Le famiglie beneficiarie della misura – cioè quelle con residenza in Regione Lombardia di entrambi i genitori (occupati o, se disoccupati, che abbiamo sottoscritto un Patto di Servizio Personalizzato per la ricerca attiva del lavoro) e indicatore I.S.E.E. uguale o inferiore a 20.000,00 euro – si vedono quindi ulteriormente sgravate di parte della retta (in molti casi di tutta la quota dovuta) rapportata al proprio ISEE, poiché tale quota viene compensata da un trasferimento regionale.

    «Il grado di soddisfazione delle famiglie per l’anno 2017/2018 è davvero molto elevato, come emerge chiaramente dall’indagine effettuata lo scorso maggio attraverso un questionario. – rileva il supervisore Paola Madona – I genitori hanno valutato molto positivamente i servizi sotto tutti i punti di vista, in particolare la qualità professionale del personale che quotidianamente opera a contatto con i bambini e le famiglie».

    La scala di valutazione del questionario prevede un intervallo di valori da 0 a 10, dove 0 corrisponde ad una valutazione pessima e 10 ad una valutazione ottima.

    Il “giudizio complessivo” sul nido comunale di Albairate è aumentato rispetto allo scorso anno passando da 9,43 a 9,60. Tutti gli altri giudizi non sono scesi mai sotto il valore di 9,40.

    In particolare, i genitori hanno apprezzato: la qualità professionale degli operatori, sia per le educatrici (9,44) che per il personale ausiliario (9,40); la cura data dal personale educativo al momento delle dimissioni (9,64) e dell’accoglienza (9,72), dell’informazione (9,44) rispetto allo svolgimento della giornata del bambino. «Sono infatti momenti di cura fondamentali in un servizio come l’asilo nido e che riflettono un atteggiamento complessivo di accoglienza da parte degli educatori rivolto sia nei confronti dei bambini che delle loro famiglie», aggiunge Madona.

    Questi parametri sono tutti aumentati rispetto allo scorso anno, facendo così comprendere come la fiducia nel servizio e verso il personale educativo, non sia sempre scontata ma un continuo percorso da consolidare e da ricreare ogni anno con le famiglie dei nuovi iscritti. È stato anche molto apprezzato il coinvolgimento delle famiglie nella vita del nido (9,52), dato migliorato rispetto all’anno scorso.

    Le media complessiva di tutti i valori per l’asilo nido di Albairate è pari a 9,56, contro il 9,43 dello scorso anno. Molte famiglie hanno, infine, apprezzato le seguenti attività: la Pet Therapy, il progetto di musica e il progetto “Nati per leggere”.

    Per ulteriori informazioni è possibile telefonare ai numeri 02.9406682 – 335.6275246 o recarsi direttamente al nido.

    Articolo precedenteVanzaghello, stazione ferroviaria: muri imbrattati e degrado. Non è un bel vedere…
    Articolo successivoLealtà Azione fa le cose in grande: la ‘due giorni’ della Festa del Sole allo spazio Fiera di Bià