Al Lirico Concerto sinfonico dell’Orchestra del Conservatorio G.Verdi di Milano

    41

    MAGENTA – Per questo appuntamento sabato sera 10 marzo  il palco del Teatro Lirico ospita la giovane formazione del Conservatorio di Milano. La direzione è affidata alla mitica bacchetta del maestro Amedeo Monetti, docente di orchestra presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, che da anni si dedica alla formazione di giovani musicisti in Italia e all’estero.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    In programma:

    Ouverture di Euryanthe – Carl Maria von Weber (1786-1826) –

    Grande opera eroico-romantica, Euryanthe è considerata uno dei capolavori di Weber. Presa a modello da grandi compositori come Richard Wagner, Franz Liszt e Robert Schumann, di quest’opera viene frequentemente proposta la sola ouverture.

    Concerto in Mi bemolle maggiore per sassofono contralto e orchestra op. 109 – Aleksandr Glazunov (1865-1936) –

    Solista al sassofono contralto il musicista Salvatore Castellano, classe 1996. Vincitore di numerosi concorsi internazionali, si esibisce come solista e camerista, riscuotendo in ogni occasione consensi di critica e pubblico.

    Sinfonia n. 8 op. 88 B163 in Sol maggiore – Antonin Dvořák (1841-1904) –

    E’ considerata il punto più alto della produzione del maestro ceco e tra le sinfonie meglio riuscite del XIX secolo. Fortemente influenzata dalla musica popolare boema, è perfettamente in sintonia con il clima tardoromantico che pervade l’intero programma della serata.

    ***

    Teatro Lirico Magenta, via Cavallari, 2 – 02 97003255 – www.teatroliricomagenta.it

    Orario biglietteria:      martedì/giovedì 10-12; 17-19.

                  sabato 10-12; serata del concerto: un’ora prima dell’inizio spettacolo

    Articolo precedenteBusto A: la Pallanuoto Banco BPM Sport Management contro la Pro Recco
    Articolo successivoRegionali, qualche ora di paura ma Del Gobbo ce la fa: torna al Pirellone