Aiutiamo Alex!: l’appello di Luigi Malini

    61

    Negli ultimi giorni le reti televisive nazionali, oltre che le più importanti testate giornalistiche, si sono occupate del piccolo Alex, ricoverato in un ospedale londinese ed affetto da una malattia rarissima per combattere la quale l’ultima speranza è rappresentata a un trapianto di midollo osseo.

    Finora le ricerche di un donatore compatibile tra i milioni iscritti nelle banche dati mondiali non ha dato esito favorevole e per questo si sono attivate, in particolare e meritoriamente da ADMO, l’Associazione dei Donatori di Midollo Osseo, campagne di sensibilizzazione rivolte ai giovani tra i 18 e i 36 anni perché si iscrivano a I.B.M.D.R., acronimo del registro italiano dei donatori di midollo osseo, sottoponendosi ad un semplice esame chiamato ‘tipizzazione’.

    Le reti televisive hanno mostrato lunghe file di giovani in attesa di sottoporsi ad un semplice prelievo e non posso che ribadire l’auspicio che questa sensibilizzazione e questo impegno collettivo possano sfociale nel risultato tanto auspicato.

    Il gran numero di prelievi ha però messo in difficoltà il Registro che ha sede presso l’Ospedale Galliera di Genova perché gli stanziamenti dello Stato a disposizione sia per il funzionamento del Registro stesso che per sostenere il non indifferente peso economico delle tipizzazioni, non è sufficiente e la quota del corrente anno si è esaurita.

    Purtroppo anche i fondi che la Fondazione per I.B.M.D.R.- costituita tra lo stesso Registro, ADMO Federazione Italiana e la Nazionale Italiana Cantanti – ha utilizzato per finanziare le tipizzazioni sono stati tutti impegnati, e sussiste, quindi, un concreto rischio che non tutti i campioni prelevati possano essere processati e che si debba attendere di poter utilizzare nuove risorse finanziarie.

    Diventare donatori di midollo è possibile, ribadisco, fino ai 36 anni ma aiutare Alex e tutti coloro che come lui sperano di trovare un donatore è possibile anche economicamente contribuendo a coprire, anche parzialmente, i costi. Per questa ragione è possibile effettuale un versamento anche sul conto corrente intestato alla Fondazione per I.B..D.R.  aperto presso la CARIGE di Genova. Sul bonifico sarà opportuno annotare la causale “Anch’io aiuto Alex” . Io mi impegno personalmente a rendere conto di eventuali donazioni sino all’ultimo centesimo e sul corretto utilizzo dei fondi.

    L’Iban sul quale poter fare i versamenti è: IT43E 06175 01590 0000 00455 680

    In ogni caso, anche solo per l’interessamento, ringrazio tutti coloro che si sono impegnati in questa difficilissima battaglia contro una malattia terribile e contro il tempo.

     

    *Luigi Malini – Presidente Fondazione per I.B.M.D.R. (Italian Bone MarrowDonor Registry)

    Articolo precedenteTrecate: arrivano sei nuovi defibrillatori. “Una città sempre più cardioprotetta”
    Articolo successivoIl Piastrellificio del Nord festeggia con successo i suoi primi cinquant’anni